Sanità in Calabria, de Magistris: 'Spirlì pensa al pranzo di Pasqua'

Secondo il candidato Governatore, ospite di Radio Capital, la Regione si trova "fuori controllo e il Governo se ne lava le mani"

Secondo Radio Capital, Spirlì sarebbe uno dei papabili avversari del sindaco di Napoli, candidato Presidente per la Regione Calabria. L'ex numero due della Giunta regionale che si è trovato al comando in seguito alla prematura scomparsa di Jole Santelli non ha mai negato, ma neanche confermato l'ipotesi. Dal centrodestra, però, il suo nome non è ancora uscito, perciò i dubbi su un Governo Spirlì II sono più che leciti.

Le dirette del Presidente Spirlì

Stuzzicando la risposta del politico demA, i cronisti, nel corso di una breve intervista a Luigi de Magistris, hanno fatto però riferimento non solo alle prossime elezioni regionali, ma anche all'attuale Presidente calabrese ed alle ormai famose dirette Facebook che, a distanza di mesi, continuano a far discutere.

"Chiede ai cittadini cosa mangiate stasera - raccontano a Radio Capital. I cittadini chiedono delucidazione magari sull'economia, sulla sanità e lui risponde con le ricette".

Luigi de Magistris: "Regione fuori controllo"

Una constatazione che portato a Luigi de Magistris ad una riflessione servita su di un piatto d'argento:

"Queste cose forse fanno ridere, o sorridere qualcuno. Se si pensa, però, alla situazione della Calabria, in particolar modo la discriminazione territoriale per quanto riguarda i piani vaccinali, siamo fuori controllo. Eppure abbiamo Spirlì che pensa al pranzo di Pasqua e non ad organizzare la filiera sanitaria".

Luigi de Magistris ha, però, ammesso che la colpa dei problemi della Calabria non riguarda l'attuale amministrazione regionale:

"Un commissariamento che va avanti da 10 anni, gestito dal Governo, ma anche questo fuori controllo. Il Governo se ne lava le mani. Lo Stato, che parla di guerra, dopo un anno non è riuscito a fornire un sistema organizzato su scala nazionale".