Dierre Basket, Rugolo: 'Buon primo passo, ma testa alla prossima gara'

"Desidero ringraziare pubblicamente il nostro preparatore Fabio Falcomatà"

La Dierre Basketball Reggio Calabria vince la prima partita della propria, giovane storia, nel campionato di C Gold Calabria/Sicilia superando il Castanea Basket di Messna.

Il giusto passo, ottenuto in trasferta, dopo aver firmato un super parziale di 22-0 contro la compagine peloritana nel quarto e decisivo periodo regala soddisfazione alla squadra del Presidente Filianoti.

“E’ stata una partita abbastanza divertente con svariati errori da una parte e dall’altra - ha commentato il Coach Giovanni Rugolo. Abbiamo retto abbastanza bene nei quaranta minuti. Ero tranquillo sull’evolversi del match perché, specialmente nelle prima parte di gara avevamo tirato a canestro con percentuali basse.

Chi è entrato dalla panchina ha dato un buon apporto: sono contento di tutti i ragazzi anche di chi, non ho utilizzato, come Crupi e Canale che, uniti a Sergi,Neri e Surfaro ci danno, ogni giorno in allenamento una mano incredibile”.

L’allenatore reggino, dopo una lunga e proficua carriera da giocatore di Serie A, commenta così il suo esordio: ”Ho provato a trasmettere la giusta rabbia agonistica ai miei atleti. Ho detto loro che avrei voluto giocarla io. Abbiamo fatto tanti errori ma portiamo a casa due punti importanti.  Siamo ancora in una fase di rodaggio, reduci da un ingresso repentino nel campionato ed una sola amichevole contro l'ottimo Basketball Lamezia. Non abbiamo fatto ancora nulla. Restiamo concentrati, anche perché.domenica al PalaLumaka alle ore 18 arriverà la Fortitudo Messina di Claudio Cavalieri, squadra preparata che ha vinto la prima partita nel derby contro Nuova Pallacanestro Messina.Dobbiamo affrontare le prossime partite nel migliore dei modi.

Dopo questo esordio, la Dirigenza, sia il Presidente Filianoti che il Direttore Sportivo Saccà è entusiasta, ma è solamente un primo passo iniziale. Desidero ringraziare pubblicamente il nostro preparatore Fabio Falcomatà perché, è palese che, nel quarto quarto la mia squadra abbia cambiato passo. Lo stesso vale per Milo Geri, allenatore con il quale ho la fortuna di condividere la panchina che nel momento clou della gara mi ha dato dei consigli cruciali per l’esito della sfida”.