Reggio, case ancora a secco: cittadini in protesta a Vito - FOTO

Scesi in strada a manifestare, i cittadini di Vito superiore hanno raccolto oltre 140 firme chiedendo alla Prefettura un'intervento urgente per la carenza idrica

Continua, senza sosta, la protesta dei residenti di Vito a Reggio Calabria. I cittadini quasi completamente senz'acqua dal mese di maggio, nel pomeriggio di ieri, sono scesi in piazza per protestare e chiedere l'aiuto delle istituzioni di fronte ad un problema così paralizzante.

La manifestazione, che ha portato in strada tantissime famiglie, è servita anche per la raccolta firme, siglata da 142 cittadini, inviata alla Prefettura di Reggio Calabria.

La lettera alla prefettura dei residenti di Vito

La richiesta è semplice quanto urgente: l'intervento per l'emergenza idrica.

Vito, insieme a molti altri quartieri della città dello Stretto, è da anni, forse anche decenni, attanagliato dai problemi di carenza d'acqua e sarà, forse, proprio questo lungo periodo di disagi ad aver condotto i residenti allo stremo delle forze.

"I sottoscritti cittadini del quartiere di Vito superiore (via Vito superiore, via Lenze, via Abbadia) - c'è scritto nella lettera inviata alla Prefettura di Reggio Calabria - richiedono con la presente un intervento istituzione urgente per garantire le condizioni minime di vivibilità e di dignità al fine di superare l'emergenza idrica e sanitaria derivante dall'assenza di acqua perdurante da 5 giorni e nelle zone sommitali da circa un mese (per mancanza di pressione). Si richiede, quindi, il ripristino urgente dell'erogazione idrica o l'intervento di ulteriori modalità di approvvigionamento".

Comunicazione trasparente

Oltre il ripristino del servizio, i residenti di Vito chiedono all'amministrazione ed ai settori interessati una comunicazione trasparente:

"È altresì richiesta tempestiva comunicazione alla cittadinanza del calendario di erogazione razionalizzata o avvisi relativi ad eventuali guasti. Si allegano n. 142 sottoscrizioni".