Emergenza rifiuti, Muraca ribadisce: "Discarica di Motta unica soluzione"

Emergenza rifiuti. L'assessore Giovanni Muraca è tornato sull'argomento ai microfoni di CityNow, ribadendo le proprie convinzioni

Reggio Calabria e l’emergenza rifiuti, urgono soluzioni e tiene banco la discussione relativa alla discarica di Motta San Giovanni. In occasione dell’intervista rilasciata ai nostri microfoni, l’assessore all’Ambiente e ai Lavori Pubblici Giovanni Muraca aveva dichiarato.

“Le difficoltà relative alla raccolta della differenziata nascono dalla diminuzione del conferimento dell’impianto di Siderno, Cosenza e Vazzano. Bisogna lavorare in sinergia con la Regione Calabria, e in quest’ottica sta facendo bene il sindaco di Motta San Giovanni, l’impianto di Motta sarebbe fondamentale per risolvere l’emergenza”.

Oggi è arriva la risposta diretta del consigliere di minoranza del comune di Motta San Giovanni Mallamaci e la risposta (indiretta) del primo cittadino, Giovanni Verduci.

“Informo l’assessore che i cittadini, le associazioni e, non ultimo in ordine d’importanza, l’intero consiglio comunale, hanno già dichiarato decisamente di essere contrari alla riapertura della discarica in questione ed interessati, solo ed esclusivamente, alla bonifica del sito.

Non capiamo quindi quale fondamento abbia la dichiarazione dell’assessore Muraca riguardo ad una possibile sinergia tra la Regione Calabria ed il Sindaco del Comune di Motta San Giovanni, tesa alla soluzione dei problemi legati all’emergenza ambientale mediante la riapertura della discarica di Comunia”, il pensiero espresso sulla questione dal consigliere di minoranza del Comune di Motta San Giovanni, dott. Domenico Mallamaci.

“Questa Amministrazione comunale, a differenza di quanto avvenuto in passato, è contraria a qualsiasi iniziativa che preveda la riapertura della discarica in località Comunia, il suo ampliamento e la messa in esercizio anche se questo dovesse servire per superare l’emergenza che sta vivendo l’intero territorio metropolitano, in particolare quello della Città di Reggio Calabria.

Abbiamo sempre e solo chiesto la bonifica e la messa in sicurezza del sito, sostenendo come il nostro territorio abbia già pagato il prezzo per le emergenze e le criticità di altri. Lo abbiamo detto a Catanzaro, in Commissione ambiente del Consiglio regionale, in occasione dei lavori della Commissione speciale, nelle riunioni dell’Ato Reggio Calabria e nelle aule giudiziarie”, queste le parole del sindaco di Motta San Giovanni.  

Contattato dalla redazione di CityNow, l’assessore Giovanni Muraca è tornato sull’argomento, ribadendo le proprie convinzioni.

“In merito alla sinergia tra Regione Calabria e comune di Motta San Giovanni il mio era un auspicio, ho espresso in modo errato il mio pensiero dichiarando come fosse già in atto. Ribadisco però come questo tipo di soluzione sia l’unica via percorribile, serve una presa di responsabilità da parte di tutti”.

“Da amministratore responsabile, devo sottolineare come si rischia di andare incontro ad una forte emergenza rifiuti, e non ci sono soluzioni alternative alla discarica di Motta San Giovanni, nè a livello locale nè a livello regionale. Mi auguro che il sindaco di Motta San Giovanni possa fare le opportune valutazioni, faccio questo appello perchè il nostro territorio è in serio affanno. Ricordo -dichiara Muraca- come sulla questione specifica ci sia il recente verdetto del Tar di Reggio Calabria, espresso lo scorso 1 febbraio”.

Muraca fa riferimento al verdetto espresso dal Tar di Reggio Calabria “circa il ricorso intentato dal comune di Motta San Giovanni contro il verbale della Conferenza dei servizi che approvava il Giudizio di compatibilità ambientale ed Autorizzazione Integrata Ambientale per il progetto di messa in sicurezza della discarica esistente sita in località Comunia nel Comune di Motta San Giovanni e adeguamento per l’esaurimento. Il tribunale amministrativo ha dichiarato il ricorso manifestamente inammissibile per difetto di notifica e mancata instaurazione del contraddittorio”.

Seguici su telegramSeguici su telegram