Da tutta Europa per scoprire le bellezze di Reggio: "Luoghi incantevoli e persone gentili"

Circa 40 giovani studenti Erasmus a Reggio per una settimana nel progetto di EuroFormaz. Il prof. Oliva: 'Ragazzi entusiasti, nuovi progetti in futuro'

Un ponte di conoscenza e bellezza tra Reggio Calabria e l’Europa. Germania, Turchia, Spagna, Romania e Repubblica della Macedonia del Nord sono alcune delle nazioni di provenienza di circa 40 ragazzi Erasmus che per una settimana hanno scoperto le bellezze e i luoghi incantevoli che incorniciano Reggio Calabria e non solo.

Ad organizzare l’iniziativa è Euroformaz, attività che già da diversi anni realizza progetti nell’ambito del programma Europeo Erasmus+. Esperienze di vita significative anche per la crescita personale dei ragazzi reggini che compiono il percorso inverso, conoscendo diverse nazioni europee, maturando percorsi che gli consentono di avvicinarsi a metodi di studio differenti, ad affrontare con più maturità il mondo del lavoro, con

Ristobottega

Nel corso di una settimana intensa di ‘full immersion’, i ragazzi erasmus hanno visitato i principali luoghi del territorio reggino: Castello Aragonese, Lungomare Falcomatà, Scilla, Sant’Elia e anche la Costa degli Dei.

“Un immaginario ‘Viaggio di Ulisse’, vetrina ideale per far conoscere ai paesi partner le bellezze del nostro territorio, le eccellenze che in esso persistono, e tutto ciò che di positivo noi possediamo. Reggio ha bellezze che tutta l’Europa ci invidia -le parole del prof. Michele Oliva di Euroformaz- e che dobbiamo far conoscere sempre di più.

I ragazzi sono rimasti estasiati dalle nostre bellezze, hanno avuto modo di riprendere e immortalare i luoghi più significativi della città, realizzando dei piccoli video alla fine della settimana. Nuovi progetti simili ci saranno in futuro, c’è richiesta e voglia di conoscere Reggio Calabria e tutti i luoghi della provincia”, assicura il prof. Oliva, che ha aggiunto come in occasione di questo meeting ha collaborato il British Institute di Gioia Tauro diretto dalle professoressa Filomena Barbieri.

Ristobottega

I circa 40 ragazzi provenienti da tutta Europa hanno raccontato la loro settimana in riva allo Stretto, dicendosi abbagliati dalle bellezze conosciute e da luoghi che non avevano mai visitato sino a oggi. In particolare, oltre alle bellezze paesaggistiche e architettoniche, i ragazzi hanno apprezzato la gentilezza dei reggini incontrati nel corso della settimana e hanno affermato di aver conosciuto un popolo ‘disponibile e sorridente’.

Presente nell’evento di chiusura del corso l’assessore comunale Irene Calabrò, delegata alla cultura. L’esponente dell’amministrazione ha avuto modo di conoscere da vicino i ragazzi, e ha visionato in prima persona i video realizzati dai giovani Erasmus.

“Un plauso all’organizzazione e al prof. Michele Oliva. Ci troviamo per l’evento di chiusura presso il Castello Aragonese, una delle tante bellezze della nostra città. Iniziative come questa rappresentano il modo ideale di promuovere la città e il nostro  patrimonio artistico e culturale”, le parole dell’assessore Calabrò.