Fase 3 - Villa, tornano le lunghe file agli imbarchi - FOTO

Le auto hanno riempito il piazzale fin dalle prime ore di questa mattina

Non eravamo più abituati. E rivedere le lunghe file ai traghetti ci porta nuovamente alla 'normalità'.

Il 'via libera' del 3 giugno e la libertà degli spostamenti tra le regioni ha causato non pochi disagi a Villa San Giovanni, con code interminabili all'ingresso degli imbarchi.

Le auto hanno riempito il piazzale fin dalle prime ore di questa mattina. Se durante il primo giorno di riapertura le code erano più che altro in uscita dalla Sicilia, oggi invece la 'folla' si avverte anche in Calabria con tanti imbarcaderi verso la costa siciliana.

Da sottolineare le due ultime ordinanze dei presidenti delle rispettive Regioni. La nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci allinea la Sicilia con il resto d'Italia, abolendo l'autocertificazione e l'obbligo di quarantena per chi raggiunge l'Isola da altre regioni.

Restano, anche nell'ultima ordinanza regionale, le disposizioni per i cittadini riscontrati positivi al Covid-19 che hanno l'obbligo di comunicare le proprie condizioni di salute al medico di famiglia e al Dipartimento di prevenzione dell'Asp competente. Chi arriverà in Sicilia potrà inoltre scaricare la app 'Sicilia sicura' e inserire, in maniera facoltativa, i dati personali sul proprio stato di salute, sugli spostamenti ed eventuali casi di Covid-19 in famiglia. In caso di febbre, basterà una comunicazione e interverranno i sanitari della Asp sul territorio.

L'ultima ordinanza della Santelli invece prevede l'obbligo di autosegnalarsi ma non più di fare la quarantena domiciliare.