'Festa Madonna si farà, ma in modo differente': le parole del sindaco Falcomatà

"Lavoreremo insieme per trovare un modo per organizzare comunque la festa, in sicurezza". L'annuncio del sindaco di Reggio Calabria

"La Festa per la Madonna della Consolazione rappresenta un simbolo per la nostra comunità, un segno di fede, un momento di raccoglimento e di riflessione, oltre che un momento di svago e spensieratezza, un'attrattiva turistica e un’occasione di incontro per migliaia di reggini di rientro".

A scriverlo, in un post su Facebook, è il sindaco Giuseppe Falcomatà. Dopo l'incertezza delle scorse settimane, l'annuncio da parte della Prefettura ed il poco celato malcontento di una gran parte della popolazione, il primo cittadino di Reggio ha esposto la sua opinione in merito.

"Quest’anno dovrà necessariamente essere una festa diversa rispetto a come siamo abituati a viverla. Ma la devozione dei reggini è una fiamma eterna che non può spegnersi nemmeno di fronte allo tsunami che abbiamo vissuto nei mesi scorsi. Noi questa festa vogliamo farla! Noi questa festa dobbiamo farla, ma in maniera differente. Chiederò alle istituzioni deputate al controllo e alla sicurezza pubblica di continuare a lavorare insieme per trovare un modo per organizzare comunque la festa, in sicurezza".

Perfettamente consapevole dei rischi, all'indomani di una pandemia che non è ancora terminata, Giuseppe Falcomatà fa voto ai reggini ed al loro senso civico:

"Sappiamo però che la riuscita di questa operazione dipende da tutti noi. È necessario fare un patto, una promessa. La festa si potrà fare solo se noi reggini dimostreremo di saper rispettare le regole. Questa è una condizione fondamentale. E noi abbiamo già dimostrato durante il COVID di saperle rispettare le regole".

Il sindaco conclude con un quesito:

"A tal proposito vorrei conoscere il vostro parere. Vorrei sapere cosa ne pensate, scrivetemelo qui sotto. La Festa della Madonna siamo noi. Siamo pronti a viverla nel rispetto di noi stessi e di chi ci circonda?".