Festival 'Migrart', a Reggio la Giornata del Rifugiato

Sabato 20 luglio, a San Roberto, diverse attività: laboratori artistici, esposizioni, dibattiti e musica. Scopri di più

In occasione della Giornata del Rifugiato, sabato 20 luglio, San Roberto (RC) sarà sede del festival “MIGRART”. L’evento, a cura della Associazione Coopisa, del progetto SPRAR/SIPROIMI di San Roberto, con il patrocinio del Comune di San Roberto, dell’UNHCR, della TUFT University e della SMFA at TUFT (facoltà di belle arti), avrà inizio alle ore 17:00 al Museo civico di arte moderna e contemporanea “Telesia Museum”, in contrada Colelli.

Tra le attività previste l’esposizione multimediale dei fotografi Paula Kajzar e Antonio Pellicanò e i laboratori artistici a cura della Prof.ssa Jeannie Simms, sviluppati in sinergia con lo staff di Coopisa.

A seguire, sarà possibile visitare l’esposizione fotografica “Un solo obiettivo”, allestita nella magnifica cornice naturalistica delle cascate del Vallone Santa Tecla.

Dalle ore 19.30, presso Piazza Roma, è previsto il dibattito “Arte e migrazione: nuove narrazioni di un popolo in movimento”.

Dopo i saluti istituzionali della dott.ssa Francesca Iannò (commissario straordinario di San Roberto) e Stefano Ioli Calabrò (Presidente Commissione Immigrazione Anci Calabria) interverranno Luigi de Filippis, Responsabile di progetto, la prof.ssa Jeannie Simms (professoressa di pratica fotografica al Museum of Fine Arts at Tuft University di Boston); Martina Mauro (artista grafico); Luigi Scopelliti (scultore) Michele Tarzia (artista visivo) di Catartica Care e Olga Iiriti (psicologa del progetto SPRAR di San Roberto).

A conclusione del dibattito un buffet multietnico, offerto dall’equipe e dai beneficiari del progetto, l’ istantanea d’arte “Ask yourself” a cura di Dario Zema, una “estemporanea” di Alessandro Allegra e concerto di musica popolare a cura di Rocco Randazzo.

 

Seguici su telegramSeguici su telegram