Un reggino alla finale del 'Gelato Festival World Masters'

Il premio "Miglior Gusto di gelato al Mondo" potrebbe andare ad un giovane reggino selezionato tra i finalisti dell'ambito riconoscimento

Continuerà l’anno d’oro dell’Italia e anche il titolo di “Miglior Gusto di gelato al Mondo” andrà ad un gelatiere italiano? Bisognerà aspettare il 2 dicembre per saperlo, ma al momento ecco i migliori 4 (+1) gelatieri che rappresenteranno l’Italia alla Finale Mondiale di Gelato Festival World Masters, il principale torneo internazionale di categoria con partner Carpigiani e Sigep – Italian Exhibition Group.

Gelato Festival World Masters

Gelato Festival Sigep 1

Il 14 ottobre al Gelato Museum Carpigiani di Anzola Emilia (BO) si è svolta la Finale Italiana a cui hanno partecipato i 16 finalisti selezionati in 4 anni di eventi tra oltre 2.000 gelatieri da tutta la penisola. La giuria era composta da: Nerina Di Nunzio, esperta di marketing e comunicazione del settore Food&Beverage; Santi Palazzolo, maestro pasticcere, gelatiere e Vice Presidente di AMPI – Accademia Maestri Pasticceri Italiani; Alessandro Dalmasso, pasticcere e presidente del Club Italia della Coupe de Monde de la Patisserie; Matteo Berti, chef e direttore didattico di ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

Un reggino tra i finalisti mondiali

Gelato Festival Sigep

I gelatieri italiani selezionati il 14 ottobre che andranno alla Finale Mondiale che si terrà l’1 e il 2 dicembre a Bologna sono:

  • dal Trentino-Alto Adige: “Gioia verde” di Elisabeth Stolz dell’Osteria Hubenbauer di Varna (BZ).  Pochi sanno che i semi di zucca sono anche chiamati "Pistacchio" della Stiria (Austria). Si tratta di un gelato (base latte) con olio di semi di zucca e semi di zucca tostati.
  • Dalla Liguria: “Bocca di Rosa” di Marco Venturino della gelateria I Giardini di Marzo di Varazze (SV). Ispirato alla famosa canzone di Fabrizio De André è un delicato gelato al cioccolato bianco aromatizzato con acqua di rose.
  • Dall’Emilia-Romagna: “Oceano Indiano” di Fabio Forghieri della Gelateria dei Principi di Correggio (RE). Un profumato e prezioso gelato con vaniglia Bourbon variegato al frutto della passione con inclusioni di crumble al cacao e cannella.
  • Dalla Calabria: “Fata Morgana” di Francesco Sottilaro della Gelateria Boccaccio di Villa San Giovanni (RC), un intenso gelato alla mandorla con una delicata infusione di bergamotto e olio extravergine d’oliva della Piana di Gioia Tauro.

A questi si aggiunge Eugenio Morrone de Il Cannolo Siciliano di Roma con il gusto “Sorbetto al Mandarino Tardivo” che nel 2018 si è qualificato al primo posto nel concorso “Gelato Festival All Stars” che ha visto riuniti i vincitori delle precedenti edizioni di Gelato Festival.

Gelato Festival Sigep Fata Morgana Francesco Sottilaro