Csx alla conquista della Calabria. Irto: 'Reggio, Cosenza e Catanzaro appartengono a noi'

La soddisfazione del segretario regionale del Partito Democratico per la vittoria, al ballottaggio, di Nicola Fiorita: "Ce l'abbiamo fatto, ma adesso abbiamo una montagna da scalare"

"Ce l’abbiamo fatta. Dopo quasi vent’anni il centrosinistra è tornato a vincere a Catanzaro".

Lo ha scritto, in un lungo post su Facebook, il segretario regionale del Partito Democratico della Calabria Nicola Irto. Il riferimento, ovviamente, va alla recente vittoria elettorale di Nicola Fiorita, che ha battuto al ballottaggio Valerio Donato, candidato del centrodestra, diventando così il nuovo sindaco della città capoluogo della Calabria.

La vittoria di Fiorita a Catanzaro

"Ce l’abbiamo fatta - ribadisce ancora l'esponente dem. Con la forza dell’impegno, delle idee e di un progetto politico vero, nel quale abbiamo sostenuto la candidatura di Fiorita.
Andando, per la verità, in direzione ostinata e contraria. Abbiamo rotto vecchi schemi, portato avanti un significativo lavoro di mediazione, ma, soprattutto, scommesso sulla voglia di cambiamento dei catanzaresi. Un cambiamento vero, non di facciata. Sono tante le persone protagoniste di questo successo, insieme al neo sindaco a cui vanno le mie congratulazioni. So di avventurarmi su un terreno scivoloso, ma sento di rivolgere due ringraziamenti in particolare. Ad Aldo Casalinuovo, innanzitutto, per la sua signorilità. E al gruppo dirigente del Partito Democratico di Catanzaro, che ha lavorato pancia a terra per raggiungere un risultato strategico e politicamente di grande impatto, in un quadro reso elettoralmente difficile dalla presenza di tante, troppe liste".

Csx alla conquista della Calabria

"Adesso, i tre maggiori capoluoghi di provincia calabresi appartengono al centrosinistra. Reggio, Cosenza e ora Catanzaro".

Il segretario regionale ha poi aggiunto:

"Fatti concreti che dimostrano che siamo sulla giusta rotta e che, se ci apriamo al territorio, se seguiamo la nostra vocazione popolare e autenticamente democratica ma non populista, se ci apriamo al civismo autentico come quello che abbiamo visto a Catanzaro, riusciamo a ottenere la fiducia dei cittadini. Guai però a cullarsi sugli allori. Bisogna mettersi immediatamente al lavoro, assieme a Fiorita, perché il consenso non va solo guadagnato alle elezioni, va meritato. Giorno dopo giorno".

Irto ha concluso:

"Ce l’abbiamo fatta, ma adesso abbiamo una montagna da scalare. Una montagna fatta di problemi e complessità che caratterizzano il Mezzogiorno, ma fatta anche di opportunità: mettiamoci in cammino e andiamo a coglierle, per il bene dei cittadini. E della Calabria".