Reggio, arte in strada per il sociale: la nuova grafica Gels conquista i cittadini - FOTO

Dopo il successo social di qualche mese fa, GELS torna in strada con una nuova grafica. Bene la raccolta fondi per Autopia

C'è chi, nonostante le mille difficoltà, continua a credere nella bellezza. In una città piena di problemi è importante non dimenticare ciò che di positivo ancora persiste, come ad esempio l'arte.

Reggio Calabria è la culla di culture millenarie e paesaggi che tolgono il fiato. Da qualche a mese a questa parte, un gruppo di giovani ha deciso di ricordare alla comunità quali sono le peculiarità del territorio, in un modo del tutto originale. Si tratta di GELS, nei mesi scorsi avevano fatto molto parlare di sé per dei quadretti posizionati in diversi angoli del centro storico raffiguranti i dipinti più famosi della storia dell'arte, in chiave rivisitata.

Una nuova opera GELS a Reggio Calabria

Gels Quadro Waterfront 1

L'ultima grafica, in ordine di tempo, ad esser comparsa in città è il dipinto di Raffaello Sanzio, "Scuola di Atene", adattato alla scalinata del Waterfront. Grazie al sostegno del Comune il quadro è stato posizionato nella bellissima piazza accompagnato da un tre piedi che lo sostiene e ne fa bella mostra per i passanti che, curiosi si fermano per capire di cosa si tratta.

Il quadro è apparso da un giorno all'altro, così come nei mesi scorsi, era stato per i quadretti.

"Quello che volevamo era che le persone, stavolta, potessero avvicinarsi a qualcosa di più grande - ha raccontato il gruppo GELS RC ai microfoni di CityNow. Il termine dell'esposizione dipendeva dalla città più precisamente dal cittadino qualunque, nel momento in cui un qualunque cittadino avesse deciso di deturparlo, vandalizzarlo o più semplicemente sottrarlo al Waterfront allora l'esposizione sarebbe terminata. Dal momento che il quadro era là: allora il quadro era della città che aveva piena libertà e potere di sancire la fine dello stesso. Sorprendentemente, invece, abbiamo visto che i cittadini lo hanno custodito legandolo al corrimano. Questo per noi, è bellissimo perché ci fa capire che le persone ci tengono ed hanno gradito anche questa idea".

La raccolta fondi per Autopia

Gels Quadro Watefront 3

Oltre a donare un'ulteriore tocco di magia alla città, i ragazzi di GELS sono promotori di un progetto di beneficenza. Le grafiche sparse per la città sono, infatti, acquistabili. L'intero ricavato sarà devoluto all'Associazione Autopia, nata nel periodo del Covid, senza fini di lucro, agisce per la promozione e la tutela dei diritti della persona con particolare attenzione alla sfera dei bisogni delle persone vulnerabili, disabili e/o diversamente abili, e di questa azione sono parte attiva i volontari, familiari, professionisti, operatori e soggetti portatori di handicap.

"Siamo felici di poter dire che più persone e anche qualche locale si sono dimostrati sensibili alla causa aiutando Autopia con generosità".

Maggiori informazioni

Facebook

Instagram