Pallacanestro Viola, il GM Barrile a CityNow: 'I Play Off, in vista di un progetto espansivo nel prossimo futuro'

Le considerazioni del General Manager dei neroarancio in vista della serie Play Off contro Rieti

La Pallacanestro Viola è andata oltre l'obiettivo stagionale prefissato, ha raggiunto infatti la qualificazione ai Play Off. I neroarancio hanno grazie all'azionariato popolare svolto un lavoro di gruppo esaltante, tra le varie pedine una figura storica quella di Giuse Barrile. L'attuale General Manager offre in esclusiva per CityNow Sport una chiave di lettura del recente trascorso della più importante compagine di pallacanestro di Reggio Calabria.

Un consuntivo dei tre anni del Supporters Trust

Senza il Supporters Trust oggi non staremmo parlando di Viola. Non è il momento di trarre considerazioni conclusive, attendiamo finisca la stagione per determinarci non solo dal punto di vista tecnico ma anche di segno delle prospettive del futuro. Ragionando sui tre anni trascorsi sono risultati importantissimi, abbiamo riportato la pallacanestro a Reggio Calabria ad altissimo livello e l'accesso ai playoff è stata la ciliegina sulla torta, in vista di un progetto espansivo che arriverà negli anni successivi. E' arrivata questa ulteriore gran bella soddisfazione intendiamo onorarla fino a fondo questa possibilità, la squadra non andrà a Rieti per fare la vittima sacrificale.

Quanto c'è di Giuse Barrile nella gestione del roster?

Abbiamo lavorato ciascuno per le proprie competenze, abbiamo raggiunto la salvezza anticipata senza patemi d'animo, era questo l'obiettivo prefissato, abbiamo dovuto fare i conti con il budget, ed ha pesato in tal senso molto la pandemia. La squadra che portiamo oggi a Rieti mi piace, bisogna tener ovviamente conto di tutte le componenti che non ti consentono di puntare all'obiettivo prefissato in fase di mercato. Si potesse scegliere come il Fantabasket sarebbe tutto semplice. Abbiamo lavorato bene nel corso della stagione, possiamo parlare di un roster da me apprezzato, è una struttura di squadra che produce il basket a me, all'allenatore, allo staff, ai tifosi molto gradito. E' uno strumento utile poter sostituire i giocatori, si sfruttano le regole nel modo migliore, in tal senso siamo arrivati ad con maggiori possibilità in in chiave post season. Ci ritroviamo un'avversaria che viene da tredici vittorie consecutive, noi non siamo stati da meno nel girone di ritorno ci andiamo a misurare con uno spirito di chi si vuole mettere alla prova, fermo restando che il risultato essenziale è stato raggiunto, mi riferisco alla salvezza matematica.

L'importanza del collettivo

La Pallacanestro Viola attuale è il frutto di un lavoro importantissimo svolto al di fuori dal tavolo tecnico, si è creata una società dal nulla, i soci esterni che sono arrivati, hanno abbracciato il Trust e un Presidente straordinario per la sua passione, caparbietà e competenza, Carmelo Laganà è sempre presente come del resto l'intera sua famiglia, è qualcosa di meraviglioso. Il ringraziamento è esteso a coach Domenico Bolignano, al suo staff ed a tutti i giocatori nessuno escluso.

La fase successiva

Ogni anno si aggiunge qualcosa al progetto del Trust, noi vogliamo portare la Viola ai fasti di un tempo, adesso inizierà il lavoro che porterà avanti il ritorno in auge, i prossimi due anni saranno determinanti in tal senso.