Carenza di personale al Gom, Nesci: 'Situazione insostenibile. Depositata interrogazione'

"Ci si affanna a chiamare eroi medici e infermieri, ma poi li si lascia soli sul campo di battaglia", dichiara il commissario provinciale di Fratelli d'Italia

Il Commissario provinciale FDI di Reggio Calabria, Denis Nesci, investirà della questione la Deputata Wanda Ferro, coordinatrice regionale del partito di Giorgia Meloni. “E’ una situazione insostenibile quella che si sta consumando all’Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria”.

E’ quanto dichiara Nesci.

“Medici e infermieri sono costretti a turni massacranti perché la carenza strutturale di organico li costringe addirittura a 12 ore di lavoro. Ci si affanna a chiamarli eroi, ma poi li si lascia soli sul campo di battaglia.

In un contesto di piena emergenza Covid - continua il commissario provinciale FDI - anche le sale operatorie sono in sofferenza: solo due sono in funzione, perché, come è emerso nelle ultime ore, a causa della doppia apertura della rianimazione, una normale e una covid, il personale si è dovuto sdoppiare.

Anche gli interventi in regime ordinario pertanto hanno sofferto ritardi, dilatando le liste d’attesa sino a 6/7 mesi. Per non parlare delle emergenze che intasano il Pronto soccorso, perché il personale sanitario è costretto a lavorare con pochissime sale e i pazienti sono obbligati ad aspettare ore".

'Danni irreparabili del Governo'

Il Commissario provinciale FDI di Reggio Calabria critica le mancate scelte del Governo e in particolare il Ministro Speranza.

"Danni irreparabili che il Governo ha perpetrato negli ultimi anni con i Decreti Sanità Calabria e con scelte di commissari, inadeguati ad affrontare la crisi sanitaria della nostra regione. C’è da sottolineare che nel Decreto Calabria BIS, i cui emendamenti presentati da FDI sono stati puntualmente bocciati, esiste il cosiddetto ‘fondo di solidarietà’: si utilizzi quello per poter assumere il personale e assicurare standard di efficienza per poter soddisfare le esigenze di tutela della salute per i cittadini.

Il Ministro Speranza è responsabile delle lungaggini per la scelta del Commissario ad acta, il quale, fino a pochi giorni fa era senza sub commissari, e che per un’oggettiva inesperienza in un settore delicato come quello della Sanità, sta dimostrando tanta irrisolutezza, altrimenti non si spiegherebbe la mancata attuazione di un piano robusto di assunzioni per il GOM”.

'Depositata interrogazione dall'On. Ferro'

“E’ intollerabile questa situazione di stress alla quale vengono sottoposti medici ed infermieri, considerata l’emergenza legata alla pandemia Covid, ma considerato anche il resto dell’attività sanitaria e di ospedalizzazione che un grande polo come l’ospedale di Reggio Calabria dovrebbe garantire in piena efficienza”.

“Grazie all’On. Wanda Ferro - conclude la nota di Nesci - per essersi fatta carico di questa situazione paradossale che sta mettendo a dura prova il personale del GOM, attraverso la deposizione di un’interrogazione parlamentare”.