Il regista reggino Fabio Mollo sbarca su Netflix con l'attesa serie 'Curon'

Il regista reggino è al lavoro nelle riprese dell'attesa serie 'Curon', la cui uscita è prevista per i prossimi mesi, probabilmente nel 2020. Il video teaser ufficiale

Fabio Mollo sbarca su Netflix. Reduce da diverse esperienze di successo sul piccolo e grande schermo, il regista reggino è al lavoro nelle riprese dell'attesa serie 'Curon', la cui uscita è prevista per i prossimi mesi, probabilmente nel 2020.

Il titolo della serie Netflix riprende il nome di un paesino del Trentino Alto-Adige a circa 5km dal confine austriaco, Curon Venosta, in provincia di Bolzano, noto per la presenza di una chiesa antica di cui oggi si vede solo il campanile. Il resto dell’edificio è infatti completamente sommerso dalle acque del Lago di Resia.

Sebbene le campane siano state rimosse da oltre cinquant’anni, secondo la leggenda è possibile sentirne ancora il suono in alcune giornate di inverno. Il paese, avvolto in questo alone di mistero, diventa a tutti gli effetti un personaggio della storia.

Pochissimi i dettagli sin qui emersi. Nella breve clip diffusa da Netflix si vede il famoso campanile che emerge dal lago di Resia, il grande protagonista della serie mystery.

Poco si sa per ora della trama: dovrebbe trattarsi di una serie dai risvolti soprannaturali in 8 puntate, con protagonista “una donna che torna nel misterioso villaggio del nord Italia dove è cresciuta”.

Qui ritroverà il suo passato che tornerà a tormentare lei e i suoi figli. Tra gli sceneggiatori Ezio Abbate, reduce da “Suburra la Serie”.

Il regista reggino, prima di iniziare l'avventura con la serie Netflix, aveva concluso le riprese di ‘Masantonio’, titolo provvisorio della nuova serie che uscirà su Mediaset nel 2020.

Ai microfoni di CityNow, Mollo aveva raccontato della nuova esperienza svelando alcuni dettagli della serie.

“Preziosi vestirà i panni di un ex poliziotto, e sarà un investigatore che tratta i casi di persone scomparsa. Mi sono da subito innamorato della sceneggiatura, si tratta di un prodotto di qualità assoluta che sono felice di dirigere.

Cattleya ha prodotto serie importanti come Gomorra e Suburra, per me si tratta della prima serialità lunga e mi sono tuffato con entusiasmo in questo progetto”.

Guarda il video