Incendi, Occhiuto preoccupato: 'Sarà un'estate peggiore rispetto allo scorso anno'

"Sugli incendi nessun trionfalismo - ha assicurato il Presidente - ma una seria preoccupazione"

Se le premesse sono quelle registrate sino ad ora, la stagione degli incendi in Calabria e nella città metropolitana di Reggio si prospetta essere davvero dura. Lo ha confermato anche il Presidente Roberto Occhiuto a margine della riunione a palazzo Campanella.

La preoccupazione di Occhiuto per la stagione degli incendi

Solamente qualche giorno fa, in cittadella, è stato presentato il Piano antincendi regionale dal presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e dall'assessore regionale alla Forestazione Gianluca Gallo. La parola d'ordine: tolleranza zero. Ma basterà prendere spunto dalle idee del prof. Perna per mettere un freno al fenomeno che, anno dopo anno, porta via con se vite e terra?

"Sugli incendi sono fortemente preoccupato. La Protezione Civile Nazionale - ha spiegato Occhiuto - mi dice che quest'anno sarà un anno peggiore dell'anno passato. Ho detto più volte che la stupidità, o gli interessi economici non si aboliscono con un decreto o con un piano.

Sugli incendi nessun trionfalismo, come ha detto qualche consigliere di opposizione, ma una seria preoccupazione. Per ora - ha proseguito il Presidente - stiamo riscontrando che sono pochi gli incendi boschivi, molti di più, invece, sono quelli che si generano nelle aree metropolitane e soprattutto nei terreni agricoli incolti perché spesso vengono bruciati anche per consentire poi il pascolo".

Il Governatore, a tal proposito, rivolge un appello alle forze dell'ordine:

"Chiediamo aiuto alla Polizia, ai Carabinieri. Il capitale naturale della nostra regione non può essere disperso a causa di qualche criminale che lo incendia".