LFA Reggio: il Club Manager Praticò interviene sul post condiviso da Ballarino e la reazione di Bandecchi

"Se c'è stata secondo lui una corruzione, ci sono gli strumenti per denunciare"

Nel corso della trasmissione “Momenti Amaranto“, in onda su Videotouring, inevitabilmente si è parlato dell’argomento che ha tenuto banco nella giornata di ieri e ha riguardato la condivisione di un articolo da parte del DG Ballarino sulle motivazioni della Cassazione rispetto al sequestro di 20 milioni di euro al sindaco di Terni Bandecchi, con la durissima reazione dell’ex presidente della Ternana. Il pensiero del Club Manager della LFA Reggio Giuseppe Praticò.


Parto dal presupposto che il patron Ballarino ha condiviso un link senza una virgola di commento, riguardo le motivazioni di una sentenza e quindi una notizia che nessuno ha riportato a Reggio Calabria. Forse grazie a questo post se ne parla. Non conosco Bandecchi, è certamente un imprenditore serissimo e non lo giudico, vicino alle vicende Reggina e anche politiche della nostra città. Mi ha meravigliato, ripeto, che i giornali locali non ne abbiano parlato. Quello che lascia l’amaro in bocca è la reazione del dottore Bandecchi che secondo me forse a caldo si è lasciato andare, trascendendo negli insulti o nell’adombrare degli illeciti parlando di corruzione che ci sarebbero stati nel recente passato. Non fa bene alla città e chiaramente gli insulti non sono mai legittimati. Se poi c’è stata secondo lui una corruzione, ci sono gli strumenti per denunciare“.