Mimmo Toscano: il "cannibale" è tornato. Ha vinto nella sua città, goduria assoluta

Il re delle promozioni diventato idolo dei tifosi

"Nemo propheta in patria". Ma per Mimmo Toscano non vale. Il "cannibale" è tornato, più graffiante e combattivo di prima ed ha vinto ancora. Reggino si, ma anche calciatore della Reggina e cresciuto nel settore giovanile amaranto, una goduria assoluta. Per chi ha ripetutamente dichiarato che accomodarsi sulla panchina della squadra del cuore era un sogno che ad ogni costo avrebbe voluto realizzare. E così è stato. Ha vinto contro ogni pronostico, ha vinto perchè ha dimostrato di essere il più bravo di tutti.

Il "martello" ha riportato la Reggina in serie B stracciando ogni record, conducendo alla perfezione un gruppo di straordinari calciatori e gestendo con grandissime capacità aspetti tecnici, caratteriali e psicologici.

Ma chi è Mimmo Toscano?

Reggino, cresciuto nel settore giovanile della Reggina, con la quale ha vinto anche un campionato, guarda caso, dalla C alla B nella stagione 1994-95.

Esordisce in prima squadra nella stagione 1991. Dopo le esperienze di Adelaide Nicastro, Treviso, Catanzaro e Potenza rientra a Reggio Calabria dove resta per quattro stagioni collezionando sessantasette presenze, conquistando, come detto, la promozione in serie B nella stagione 1994/95.

Inizia la carriera in panchina con la formazione Berretti del Rende. Nel 2007 approda al Cosenza in serie D e conduce la squadra silana alla doppia promozione consecutiva (dai dilettanti alla Prima Divisione).

Il 29 giugno 2011 diventa allenatore della Ternana ottenendo a fine campionato la promozione in Serie B con due giornate di anticipo. Il risultato conseguito gli vale la panchina d’oro di Prima Divisione.  Il 25 agosto 2012 debutta da allenatore in Serie B. Il 10 dicembre frequenta a Coverciano il corso di abilitazione al master di allenatori professionisti Prima Categoria-UEFA Pro.

Il 3 luglio 2014 assume la guida tecnica del Novara appena retrocessa in Lega Pro. Il 10 maggio 2015 gli azzurri ottengono la promozione in Serie B e annessa vittoria del campionato nonostante i cinque punti di penalizzazione. Due settimane dopo conquista anche la Supercoppa di Lega Pro.

Nella stagione 2015/16, Toscano torna sulla panchina della Ternana, ma rassegna le dimissioni alla quarta giornata. Il 4 giugno 2016 diviene allenatore dell’Avellino in serie B.

Il 27 febbraio 2018 gli viene affidata la panchina della Feralpisalò. In data 7 Maggio 2019, conclusa la stagione regolare al terzo posto, viene sollevato inspiegabilmente dall’incarico prima dei playoff.

Il resto della sua storia è tutta amaranto. Il presidente Luca Gallo ed il DS Massimo Taibi, lo hanno fortemente voluto alla guida di quella Reggina da costruire per vincere. Il trio delle meraviglie ha regalato alla città di Reggio il ritorno nel calcio che conta e c'è chi giura che questo è solo l'inizio...