Caso Santelli: Morra chiede scusa, ma il M5S prende le distanze

Nonostante il "mea culpa" di Morra sulle dichiarazioni riguardanti Jole Santelli, il M5S ha scelto di dissociarsi da lui

La polemiche nata dalle dichiarazioni di Morra non sembrano placarsi in alcun modo. Nonostante, dopo aver scatenato la bufera, il Presidente della Commissione parlamentare Antimafia abbia deciso di scusarsi, in parte, il suo movimento politico ha deciso, comunque, di mettere in chiaro la propria "distanza".

Il Movimento 5 Stelle prende le distanze da Morra

"Le affermazioni del senatore Nicola Morra sulla presidente Santelli, i cittadini calabresi e i malati oncologici non rispecchiano il pensiero del Movimento 5 Stelle, che ne prende le distanze. I cittadini chiamati al voto e ad esprimere la loro preferenza lo fanno sulla base della loro libera e insindacabile opinione. E proprio in virtù di questa libertà dovrebbero essere i partiti del centro destra a chiedere scusa ai cittadini calabresi per aver candidato e fatto eleggere personaggi come Tallini, oggi agli arresti".

Le scuse di Morra dopo la bufera

“Da parte mia c’è sempre stato il massimo rispetto per chi vive la condizione della malattia. Io ho semplicemente ricordato come l’elettorato debba essere pienamente responsabile delle proprie scelte. Perché ciò avvenga è necessaria un’informazione totale.

Chiedo scusa alle persone che si sono sentite offese o colpite da parole che sono state volutamente prese un po’ di qua un po’ di là e messe insieme per far intendere ciò che il sottoscritto non ha mai pensato. Io mi batto per una sanità pubblica universale e gratuita che intervenga per chi è più debole, e chi è più debole è il malato. Io rifiuto qualunque accusa di insensibilità. La stessa cosa letta attraverso parole scelte può assumere un significato diverso”, continua, sottolineando che una parte politica “strumentalizza” quelle parole".

Per vedere la diretta Facebook di Morra, CLICCA QUI.