Motta S. Giovanni: posizionato un defibrillatore in Piazza della Municipalità con un pensiero dedicato ad Eriksen

Motta San Giovanni, Città cardioprotetta”, un progetto voluto dall’Amministrazione comunale e reso possibile grazie alla collaborazione di associazioni, imprese e volontari

Il sindaco Giovanni Verduci, presente l’Amministrazione comunale, i medici di medicina generale Enzo Di Giuseppe e Francesco Biasi, la responsabile della struttura polispecialistica Armida Moscardini e il parroco Giovanni Gullì, ha posizionato un defibrillatore in piazza della Municipalità.

“Motta San Giovanni, Città cardioprotetta”, un progetto voluto dall’Amministrazione comunale e reso possibile grazie alla collaborazione di associazioni, imprese e volontari, prevede la collocazione sul territorio comunale di tre postazioni di defibrillazione ad accesso pubblico (Motta, Lazzaro, Serro Valanidi) con l’auspicio, nel caso si riuscisse a coinvolgere nuovi benefattori, di poter aumentare il numero degli apparecchi salvavita da posizionare.

“Grazie alla disponibilità della Confartigianato – dichiara il sindaco a margine della sobria cerimonia – il Comune si è dotato in passato di un defibrillatore che adesso è stato posizionato all’esterno di palazzo Alecce, in un’apposita teca allarmata, in un’area videosorvegliata. In questi giorni, guardando gli Europei di calcio, abbiamo avuto una testimonianza tangibile di quanto possa essere importante la disponibilità e l’utilizzo di un defibrillatore. La differenza tra la vita e la morte”.

“Nelle prossime settimane – conclude Verduci – posizioneremo altri defibrillatori e stiamo già programmando, insieme all’Ordine dei medici e all’Azienda sanitaria, dei corsi di primo soccorso e per l’uso del defibrillatore. In realtà è già da qualche anno che, grazie alla sensibilità dell’assessorato comunale alle Politiche sociali, promuoviamo corsi per le manovre salvavita e antisoffocamento nel bambino e nel lattante e la rianimazione cardiopolmonare, registrando numerosi partecipanti ”.