Reggio, operazione 'Nuovo Corso': i nomi degli arrestati

Ancora in corso la conferenza stampa del procuratore Giovanni Bomardieri. Seguiranno aggiornamenti con le accuse dell'operazione "Nuovo Corso"

Alle prime ore della mattinata odierna, a conclusione di complesse e articolate indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni BOMBARDIERI, la Squadra Mobile reggina, nel corso di un’operazione di polizia convenzionalmente denominata Nuovo Corso, ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misure cautelari nr. 5700/2020 RGNR DDA Mod. 21, nr. 306/21 RGIP DDA e nr. 3/21 ROCC DDA, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Reggio Calabria in data 19.02.2021, nei confronti dei seguenti soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa [cosca De STEFANO] e di estorsione e tentata estorsione in concorso, aggravate dalla circostanza del metodo e dell’agevolazione mafiosa.

L'elenco degli arrestati:

  • DE STEFANO Paolo Rosario, nato a Melito di Porto Salvo (RC) il 21.12.1976, attualmente detenuto (destinatario della misura della custodia cautelare in carcere per estorsione e tentata estorsione in concorso, con l’aggravante del metodo e dell’agevolazione mafiosa);
  • CAPONERA Paolo, nato a Reggio Calabria il 15.12.1979, attualmente detenuto (destinatario della misura della custodia cautelare in carcere per estorsione in concorso, con l’aggravante del metodo e dell’agevolazione mafiosa);
  • GIUNGO Andrea, nato a Reggio Calabria il 16.05.1972 (destinatario della misura della custodia cautelare in carcere per associazione mafiosa, estorsione e tentata estorsione in concorso, con l’aggravante del metodo e dell’agevolazione mafiosa);
  • MORABITO Domenico, nato a Reggio Calabria il 15.06.1977 (destinatario della misura della custodia cautelare in carcere per associazione mafiosa ed estorsione in concorso, con l’aggravante del metodo e dell’agevolazione mafiosa);
  • MUSOLINO Domenico, nato a Reggio Calabria il 14.07.1976 (destinatario della misura della custodia cautelare in carcere per estorsione in concorso, con l’aggravante del metodo e dell’agevolazione mafiosa).