Occhiuto a CityNow: 'Chiederò al Governo di essere il Commissario della Sanità'

La rivelazione del candidato per la coalizione di centrodestra ai microfoni di CityNow, oltre all'invito nei confronti degli altri candidati

Il candidato Presidente per la Regione Calabria, Roberto Occhiuto ospite di Live Break, il format di CityNow dedicato alle interviste di stretta attualità, con un'edizione speciale dedicata alle prossime elezioni regionali del 3 e 4 ottobre. Dopo Amalia Bruni e Luigi de Magistris, e in attesa di chiudere il ciclo di interviste con Mario Oliverio, è Roberto Occhiuto il terzo ospite che ha risposto alle domande della redazione e dei lettori a 360°.

Sul tema della sanità, uno dei più delicati, Occhiuto rivela che farà una richiesta 'a tempo' al Governo nazionale una volta che verrà eletto, come comprensibilmente auspicato dal diretto interessato.

"Dieci anni di commissariamento non hanno prodotto ne il miglioramento dei servizi ne l'abbassamento del debito. Al Governo ribadirò chiaramente che la sanità deve essere restituita ai calabresi. Ho già fatto sapere che aspetterò due-tre settimane da quando sarò presidente della Regione, successivamente o verrà eliminato il commissariamento o nominerò commissario il presidente della regione. Noi ci giochiamo tutto sul tema della sanità, io non sono disposto a non poter avere voce in capitolo su questo.

Daremo grossa importanza all'assistenza territoriale e la riorganizzazione degli ospedali, con tempi per visite ed esami uguali alle altre regione. Il paradosso è che abbiamo bravissimi medici che poi vanno a lavorare altrove, è assurdo inoltre che ci siano ambulanze talvolta senza medici a bordo. Il blocco delle assunzioni non ha fatto altro che peggiorare la situazione, al Governo chiederò risorse per poter procedere con assunzioni a tempo indeterminato.

Cosa penso del commissario Longo? E' una brava persona che però non si è mai occupato di sanità in vita sua. Io credo che la sanità calabrese debba avere soprattutto persone competenti, capaci anche di proteggere dall'illegalità. Da commissario della sanità mi impegnerò fin da subito per istituire il dipartimento della salute".

Occhiuto non risponde alle polemiche ne alle 'punzecchiature' che sono arrivate dai competitors candidati alla presidenza della Regione.

"Sono partito da zero arrivando ad essere capo gruppo di Forza Italia alla Camera, fatto che credo possa far piacere ai calabresi. La bravura nell'amministrare non dipende dai colori politici, ci sono bravi sindaci di centrosinistra o centrodestra, servono competenze e buone idee. Agli altri candidati non rispondo, anzi una volta che verrò eletto chiederò loro una mano per aiutarmi a far cambiare la Calabria.

La squadra di assessori che ho in mente? Non mi preoccupa, sono più preoccupato dei dirigenti e della burocrazia, è quello che serve per far camminare la Cittadella. Serviranno tutte queste componenti per far cambiare davvero le cose ed è quello che ho intenzione di fare, altrimenti sarei rimasto a fare il capogruppo di Forza Italia alla Camera".