Occhiuto snobba la Lega: "Andiamo avanti comunque. 'Modello Cosenza' per la Calabria "

"Vogliamo parlare dei problemi dei calabresi ai calabresi, saranno loro a decidere. Penso -le parole di Mario Occhiuto- a un modello Cosenza per la Calabria"

“Noi abbiamo un progetto politico che è fondato su alcune idee importanti e siamo aperti a condividerlo con gli altri. Aspettiamo condivisioni. Se non ci saranno, andremo avanti comunque, così come abbiamo sempre detto”.

Lo ha detto Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza e candidato di Forza Italia alla Presidenza della Regione Calabria, rispondendo ad una domanda dei giornalisti, nel corso di un’iniziativa politica a Catanzaro, sul no espresso ieri dalla Lega alla sua candidatura.

“Non è questa una difficoltà per noi – ha aggiunto Occhiuto – perchè pensiamo di dover parlare dei problemi dei calabresi ai calabresi e che saranno loro a decidere, con la loro volontà, quale sarà il futuro della Calabria. Pensiamo a un ‘Modello Cosenza’ per la Calabria, la nostra città è cresciuta tanto grazie a oltre 400 milioni di investimenti.

Il garantismo non si può fare a fasi alterne o per soggetti diversi da quelli che interessano direttamente. Strano che a sollevare tali questioni sia la Lega, che fa del garantismo una bandiera e che, fra l’altro, è stato difeso dagli alleati per tutte le vicende che lo hanno riguardato”.

Seguici su telegramSeguici su telegram