Scuola, diversi Comuni della Metro City prorogano la didattica a distanza

Diversi Comuni hanno già prorogato la sospensione dell'attività didattica in presenza. Alcuni hanno esteso le limitazioni anche ad altri settori

Mentre a Reggio Calabria si attende l'esito del monitoraggio settimanale e la decisione da parte della task force comunale, così come accaduto anche la scorsa settimana, diversi Comuni del comprensorio metropolitano hanno già deciso cosa fare in merito al ritorno in classe: rimandare di un'altra settimana.

Comuni del reggino in dad: prorogata l'ordinanza

Primo fra tutti il Comune di Taurianova. Nella giornata di ieri, infatti, il sindaco Roy Biasi ha comunicato la decisione di proseguire con la dad attraverso un post su Facebook:

"Ho appena firmato ordinanza di prolungamento della chiusura delle scuole di ogni ordine e grado sul territorio del Comune di Taurianova fino al 22 gennaio 2022".

Anche il Comune di Cinquefrondi, nella tarda mattinata di oggi, ha diramato l'avviso:

"Si comunica che con Ordinanza Sindacale prot. n. 542 del 14.01.2022 è stata disposta la sospensione dei servizi educativi dell'infanzia e delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale con decorrenza dal 17 al 22 gennaio 2022".

Stessa cosa accade anche a Gioia Tauro, dove il sindaco Aldo Alessio ha disposto anche la chiusura della ludoteche:

"Questa mattina, come programmato, l’Amministrazione Comunale ha incontrato i Dirigenti delle scuole cittadine pubbliche e private, i Responsabili di ludoteche e dei servizi per la prima infanzia. In modo condiviso e sulla base del quadro epidemiologico e della curva dei contagi, si è deciso per la proroga della chiusura delle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado e delle ludoteche fino al 22 gennaio con conseguente continuazione della didattica a distanza.

Sappiamo che la DAD non può essere una soluzione, ne per i ragazzi ne per le famiglie, tuttavia riteniamo necessario prorogare la misura per questa ulteriore settimana. È una misura che non vorremmo adottare, ma a cui siamo costretti ricorrere dati i numeri dei contagi che inevitabilmente toccano anche il mondo della scuola.
Al fine di permettere un rientro in totale sicurezza e una migliore gestione della tutela della salute dei nostri ragazzi e del personale scolastico, venerdì prossimo, in base ai dati in nostro possesso, stabiliremo le modalità con cui riprenderà l’attività scolastica in presenza e quindi la graduale e puntuale riapertura delle scuole e dei singoli plessi.
In queste ultime tre settimane anche la Polizia Locale ha intensificato le attività di controllo e verifica delle misure di sicurezza sulle attività e gli esercizi commerciali, effettuando 127 controlli ed elevando 4 verbali amministrativi e 2 denunce per violazioni delle norme anti Covid-19.

L’invito che rivolgiamo a tutti è quello di rispettare le misure adottate e soprattutto vaccinarsi. La vaccinazione, anche per la fascia 5-11 anni, sta procedendo bene e questo aiuterà sensibilmente la lotta al virus e agevolerà la riapertura delle scuole".

Anche nel Comune di Oppido Mamertina il sindaco Bruno Barillaro ha siglato la proroga per la sospensione dell'attività didattica in presenza e non solo:

"Considerato che secondo gli esperti il picco dei casi Covid collegati alla variante Omicron potrebbe arrivare nella seconda metà di gennaio e ritenuto che con la riapertura delle scuole il virus, di cui è stata attestata una maggiore contagiosità, potrebbe ulteriormente diffondersi tra gli alunni e i docenti che si trovano a stretto contatto in un luogo chiuso, seppur nel rispetto di tutte le normative vigenti, il sindaco ordina la proroga della sospensione temporanea delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole di ogni ordine e grado (compresi gli asili privati e le ludoteche) ubicate nel territorio comunale (Oppido centro e frazioni) con attivazione della dad a cura dei dirigenti scolastici, con facoltà di scegliere l'erogazione delle lezioni in presenza per i soli alunni disabili".

L'ordinanza del Comune dispone, inoltre:

"Dalla ore 18:00 la ristorazione (ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, bar e pub) è consentita nei seguenti modi: con consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto; con asporto con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Sospensione di ogni attività connessa a circoli ricreativi e culturali e centri di aggregazione di qualunque natura;

Sospensione di ogni attività sportiva di contatto o di gruppo presso tutte le strutture pubbliche e private.

Il presente provvedimento ha decorrenza dalle ore 09:00 di domenica 16 gennaio 2022 fino alle ore 23:59 di domenica 22 gennaio 2022".

Disposta la didattica a distanza fino al 22 gennaio anche nel Comune di San Roberto.

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO