Ponte sullo Stretto, il Premier Conte non esclude la possibilità

Il Premier torna a parlare gli italiani e discute anche della 'fattibilità' del ponte sullo Stretto

Una diretta tanto attesa quella del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte che, torna a parlare agli italiani.Una conferenza prevedibile visto che, a partire da oggi, 3 giugno 2020, si riaprono i confini regionali.

Dopo il consueto discorso, il Premier lascia spazio alle domande dei giornalisti e, essendo gli spostamenti l'argomento cardine di questa giornata, non può mancare il quesito sul ponte dello Stretto. In questi giorno l'infrastruttura di cui si discute da decenni è tornata alla ribalta fra i pareri di Renzi, Jole Santelli, Musumeci e tante altre figure di spicco della politica. Ma cosa ne pensa del ponte per unire Reggio e Messina, la Penisola all'isola, Giuseppe Conte?

"Io non voglio declamare delle opere immaginifiche. Io non a caso ho parlato di una rete infrastrutturale viaria che è inaccettabile. Ho parlato, ad esempio, della Basilica sulla costa jonica che è priva di collegamenti, ho parlato del binario unico che in questo momento c'è da Pescara a Bari e Lecce. Ho parlato di un completamento dell'alta velocità che deve riguardare anche Venezia.

C'è tanto da fare. Roma - Pescara, per non parlare della Sicilia. Quando faremo tutto questo, perchè con il Decreto Semplificazioni arriveranno dei fondi che ci permetteranno di realizzare i nostri progetti, mi siederò ad un tavolo e senza pregiudizi valuterò anche il ponte sullo Stretto".