Reggina, mister Baroni: il suo pensiero sul mercato, poi Rivas, Menez, Lakicevic e Iemmello

Il tecnico della Reggina ha parlato veramente di tutto: "La proprietà è disponibile sul mercato"

A tre giorni dalla sconfitta interna contro il Lecce, torna a parlare mister Baroni ai microfoni di Reggina TV. Il tecnico analizza il momento, poi un passaggio sul calciomercato ed il prossimo impegno:

"Con il Lecce meritavamo di più, ma è inutile continuare a parlare"

"Il Lecce ha un organico importante e sulla carta è una di quelle squadre destinate a lottare per la vittoria del campionato. In campo abbiamo visto una gara che ha raccontato una cosa diversa. Reggina aggressiva, dinamica, come stiamo cercando di proporre, inutile continuare a parlare però di occasioni perdute. Rimane l'amarezza ma allo stesso tempo la consapevolezza che attraverso queste prestazioni ne verremo fuori. Ci sono una serie di fattori che determinano la mancanza del gol, situazioni che vanno costruite durante il corso della settimana".

Il reparto offensivo e Rivas

"Rivas in quella zona da falso attaccante è dove rende meglio. Pressa gli avversari, si muove molto, attacca la profondità. Gli manca la lucidità sotto porta, ma rimane un giocatore che con quelle qualità è un peccato allontanarlo dalla porta. Rimango soddisfatto dell'intensità di tutta la squadra, con un'altra settimana intera di lavoro si potrà migliorare ancora e stare meglio in campo".

La difesa e Stavropoulos

"A me piace guardare i numeri ogni fine gara. In queste ultime due partite dove sono arrivate altrettante sconfitte, abbiamo subìto quattro tiri in porta. La linea difensiva ha retto bene, gli episodi hanno determinato. Stavropoulos sta crescendo molto, ma in quella zona centrale della difesa al momento Loiacono e Cionek stanno facendo bene. Ho l'imbarazzo della scelta e questo va benissimo".

Menez, Charpentier ed il mercato

"Menez è indiscutibile. Quando sono arrivato era infortunato, l'ultima gara è andato dentro. Solitamente questi calciatori hanno orgoglio e personalità per dimostrare il proprio valore. Cerco di prendere il massimo da ogni elemento. Charpentier lo conoscevo. Interessante e con determinate caratteristiche. Veniva da tredici mesi di assenza dal rettangolo di gioco e come spesso accade i rientri sono a rischio. Ha avuto un altro infortunio di una certa importanza e vi dico che a prescindere dal risultato sono molto dispiaciuto per il ragazzo. Insieme a Rivas perdo due atleti per diverse gare. Difficile stabilire adesso il loro recupero. Siamo molto attenti sul mercato, questa sessione è particolarmente difficile. Chi andrà via lo farà solo per necessità di un cambio di gioco. La proprietà è disponibile e tutti si va verso la stessa direzione, ma ripeto non è facile".

Iemmello e Lakicevic

"Iemmello è un giocatore che conosco, può cambiare casacca, ma ci sono diverse società su di lui. Lakicevic si sta allenando con noi, giocatore molto interessante che si unisce al nostro organico".