Reggina, Baroni duro con Montalto, ma per il bene del ragazzo... e della squadra

"Se dopo un campionato importante è finito in Lega Pro..."

Non si esalta mister Baroni dopo una vittoria importantissima ottenuta dalla Reggina contro la Spal. Guarda sempre le squadre alle spalle, ricordando che tutte hanno fatto punti e che il campionato è sempre pronto a riservare sorprese non sempre positive. E nella giornata in cui Adriano Montalto trova la sua terza marcatura in cinque gare, il tecnico lo richiama duramente per alcuni atteggiamenti poco graditi:

Nella mia Reggina non voglio gente che parli con gli arbitri

"Io non voglio giocatori che discutano con l'arbitro. Mi piace il calcio maschio, dove c'è rispetto per gli avversari e si esalta la sfida, ma la gente che parla mi fa diventare matto. Questo Montalto lo deve capire, oggi c'erano arbitri di serie A. Io alleno la mia squadra a fare il meglio in campo, non alleno gli arbitri o gli avversari, loro lo sanno e quando fanno così, mi fanno incazzare. Se mi convincono che discutendo in campo si ottiene qualcosa, posso anche cambiare idea ma siccome non è così, bisogna stare concentrati sulla partita e su quello che dobbiamo fare. Montalto questo lo deve capire e dovrà farlo velocemente. E' un giocatore bravo che ci può dare una mano, l'ho voluto io, ma si deve chiedere se dopo aver fatto campionati importanti come quello di Terni, perchè è finito a giocare in Lega Pro, un motivo ci sarà. Siccome io l'ho voluto per le sue qualità deve anche ascoltare e fare quello che noi prepariamo".