Reggina: ricomincia la settimana. Verifiche sui tre infortunati più importanti

Nel frattempo la Reggina riscopre Bellomo. Una freccia nuova nella batteria degli esterni

La vittoria contro il Pordenone, sofferta, faticosa ma anche meritata, cancella in qualche modo il pareggio di Cosenza, come tutti ricordano maturato dopo lo 0-2 iniziale a vantaggio degli amaranto. La squadra di mister Baroni ha mostrato armi significative per un campionato come quello di B, quindi spirito di sacrificio, sofferenza, battaglia. Tutt'altro che semplice confrontarsi con formazioni come quella neroverde, esperta, di categoria e con concetti radicati da tempo. La Reggina scopre finalmente la praticità e se fosse andato dentro il pallone di Okwonkwo, oggi avremmo parlato anche di capacità eccellenti su quella famose transizioni mai sfruttate invece in terra silana.

Obiettivo, il recupero degli infortunati

Adesso si spera intanto di proseguire questa striscia di risultati positivi giunta a sei e poi chiudere una volta per tutte la questione infortuni, mai così pesante. E nella lista di coloro che ci si augura di recuperare pienamente, ci sono calciatori che incidono fortemente nell'economia del gioco amaranto. Per esempio Adriano Montalto, decisivo da subito e con due reti all'attivo in appena tre gare. Per la sfida con la Spal, salvo ulteriori rinvii, finalmente dovrebbe tornare a disposizione anche Situm, elementi che secondo Baroni risulta veramente prezioso per caratteristiche che in pochi possiedono. E poi Lakicevic, che il tecnico continua a portare in panchina senza poterlo mai utilizzare. Superfluo ribadire la sua forza prorompente sulla corsia di destra e ricordare assist e pericoli che il giocatore riesce a creare. Speriamo che da sabato tutti possano tornare a disposizione. Nel frattempo la Reggina riscopre Bellomo, di fatto quasi un nuovo acquisto.