Reggina, Baroni: 'Tutelo il gruppo, Bellomo l'esempio lampante'

"Menez fuori per scelta tecnica, voglio di più da tutti gli esterni"

La vittoria della Reggina contro il Pordenone vale oro. Tre punti preziosi che consentono agli amaranto di staccare la zona pericolo. L'analisi del tecnico Marco Baroni:

"Le partite durano novanta minuti ed in mancanza di Montalto dovevo gestire in un certo modo Denis. Io tutelo tutto il gruppo, l'esempio lampante è Bellomo, ad un allenatore serve questo, teste accese e gente che ha voglia e non molla mai. Quando si gioca con squadre come Cittadella e Pordenone con identità precisa ed un tecnico che lavora da anni, si fa più fatica ed eravamo consapevoli delle difficoltà. Oggi bisognava essere intensi e concentrati, noi siamo squadra da tempo anche quando ci è sfuggito qualche risultato.

Quello che mi è piaciuto è stata la partecipazione ed il coinvolgimento di chi è subentrato. Menez è rimasto fuori per scelta tecnica. Da tutti gli esterni voglio di più, ho parlato con Bellomo ed anche a destra può dare molto oltre che a piede invertito. Io cerco di mettere i giocatori a "casa propria" e farli rendere al meglio. Qualcuno può avere degli "inquinamenti mentali", li lascio fare e poi intervengo. Montalto n settimana ha avuto un problemino muscolare, ha provato questa mattina, non stava bene e come tutti quelli che non si allenano bene ho preferito evitare".