Reggina, Luca Gallo: 'Dai reggini solo affetto. L'impatto emozionale che suscita la città di Reggio'

"Quando sono arrivato la gente parlava solo della Reggina di Foti ed aveva zero speranze"

Progetti, ambizioni, orgoglio e sentimento nella lunga intervista rilasciata dal presidente Luca Gallo a Gazzetta del Sud. Abbiamo già scritto sul mondo Reggina, il desiderio di riportarla in serie A, il progetto tecnico e quello strutturale. Di seguito, invece, il pensiero del massimo dirigente sulla città ed i reggini:

"Reggini, non vi rendete conto che impatto emozionale abbia Reggio"

"Tutto nasce dal mio arrivo a Reggio, con l’avvocato Iiriti. Una città splendida, forse voi che ci vivete non vi rendete neanche conto dell’impatto emozionale che Reggio suscita in chi arriva da fuori. L’unica sensazione brutta, riguardava l’assenza della Reggina. Non ne parlava nessuno, se non con riferimenti alla gloriosa Reggina di Foti. Si viveva di passato, ma non c’era speranza. Volevo dare un segnale forte, per risvegliare una passione sopita, ma non finita".

Dai reggini affetto e sostegno

"Amare Reggio è stato semplice, vista la valanga di affetto che ho ricevuto fin dal primo momento. Dai reggini ho ricevuto sostegno e vicinanza anche in momenti complicati, e questo non si dimentica. Ecco, se proprio dovessi dare un giudizio sul popolo reggino, direi che è un popolo che sa cosa significhi volere bene, e questo è un dono che si trova raramente".