Reggina: si parla poco di Marco Tumminello, il gioiello dell'Atalanta

Nel 4-4-2 di Aglietti può giocare da prima o seconda punta

Da qualche giorno si è concluso il calciomercato e la Reggina facendone il resconto, ha effettuato ben ventotto operazioni, di cui quindici in entrata e tredici in uscita. Le attenzioni soprattutto dei tifosi, ma questo succede ovunque, si concentrano sempre sull'attaccante e con l'arrivo di Galabinov, il reparto ha certamente acquisito potenziale, forza e aumentato le possibilità di creare pericoli agli avversari.

Marco Tumminello, la Reggina per esplodere

Ma prima di Galabinov, a nostro avviso, la Reggina aveva effettuato un'altra operazione di mercato di livello, riuscendo ad avere in prestio dall'Atalanta, il giovane ma in qualche modo già esperto Marco Tumminello. Il centravanti classe 98 conta qualche presenza ed anche un gol in serie A, un percorso interrotto per ben due volte da gravi infortuni che ne hanno frenato la continuità. L'Atalanta, che di giovani se ne intende, ha sborsato cinque milioni di euro per acquisirlo dalla Roma ed ora, visti gli ottimi rapporto con il Ds Taibi, lo ha ceduto in prestito alla Reggina. Marco Tumminello ha grandi qualità, tanto da essere stato paragonato in passato per struttura e caratteristiche a Bobo Vieri ed anche lo stesso calciatore in passato ha detto di ispirarsi all'ex attaccante di Juventus, Lazio, Inter e Milan. Mister Aglietti ha a disposizione un attaccante che se finalmente verrà accompagnato anche dalla fortuna, potrà tornare molto utile, dal mancino preciso e potente, può giocare da punta centrale o al fianco della stessa. Di lui oggi si parla troppo poco, ma potrebbe essere davvero l'arma in più di un reparto, quello offensivo, già molto attrezzato.