Reggina, Tedesco: 'Non mi aspettavo un girone di andata così'

"Reggio e la Reggina meritano qualcosa di favoloso, quello che ho vissuto io da calciatore"

Il doppio ex della sfida tra la Reggina e la Salernitana è il centrocampista Giacomo Tedesco, ospite di Reggina TV. Il suo cuore diviso tra il granata e l'amaranto per gli anni intensi vissuti in entrambe le città:

"Non mi sarei aspettato un girone di andata così da parte della Reggina. Adesso in questo girone di ritorno l'augurio di tutti è quello di vedere un percorso diverso. Francamente non capisco il perchè di questa discontinuità e per dare un giudizio su questo comportamento della squadra tra primo e secondo tempo bisogna conoscere le cose dall'interno. Sembrerebbe un problema fisico e su questo bisogna lavorare, non credo all'aspetto psicologico, anche perchè se si passa sempre in vantaggio, la Reggina dovrebbe averlo a proprio favore. Reggio merita di poter ambire a qualcosa di favoloso che manca da troppo tempo, l'ultima volta vissuta dal sottoscritto".

I ricordi di Tedesco con la Salernitana e la Reggina

"La Salernitana ha un allenatore che non molla nulla e penso che possa arrivare fino in fondo. Salerno e Reggio sono uguali per attaccamento alla squadra, ai giocatori. Il loro incitamento riesce a farti giocare meglio. A me entrambe le piazze hanno dato tanto anche nei momenti difficili. Cicerelli è uno di quelli che può creare delle difficoltà alla Reggina, al contrario Menez, è lui che deve dare qualcosa in più perchè è un grandissimo giocatore. Lunedi sono in difficoltà, ho un figlio "reggino" ed uno "salernitano" ed il primo febbraio faccio pure il compleanno".