Reggina, serie B più vicina. Indirizzati verso una soluzione che può mettere tutti d'accordo

Decisivo il prossimo Consiglio Federale

L'effetto delle ipotesi sul coinvolgimento all'interno dei play off delle prime tre classificate dei gironi in serie C, sta scemando con il trascorrere dei giorni. Una ipotesi che non ha trovato conferme tantomeno riscontri e totalmente smentita anche da uno dei consiglieri federali in rappresentanza della Lega Pro, presente all'ultima riunione in FIGC come Walter Baugartner intervistato da Reggina TV: "Si è deciso di continuare come categorie professionistiche, bisogna vedere i dettagli. Si deciderà ad inizio giugno. La B ha i playoff, ma sono più ridotti dei nostri. Il format può essere cambiato, ormai si sa.  Al momento non ci sono le condizioni per una riforma.         

Playoff allargato alle capoliste? Non so chi lo abbia messo in giro, ma se l'è inventato qualcuno. Non se ne è parlato in Consiglio Federale, questo lo voglio confermare. Secondo me non è realistico che il campionato posso finire, non ci sono i tempi e troppe società sarebbero in difficoltà. Al massimo si possono disputare i playoff, partendo dalla classifica attuale. In teoria il format potrebbe essere ridotto".

E nei giorni che hanno fatto seguito al Consiglio Federale, sono anche le società interessate (tra le altre Bari, Ternana, Padova, Sud Tirol) a spingere per un play off ridotto che possa comunque garantire regolarità nell'assegnazione della quarta promozione, piuttosto che ad una totale ripresa del campionato, oggettivamente impossibile. Una soluzione che sembra poter accontentare tutti e per la quale ci si sta indirizzando. Play off ridotti, ripetiamo, quindi escludendo la possibilità per tutte e ventisette le società aventi diritto perchè in molte ci rinunceranno. E pensare che qualcuno ha parlato di play off allargato a trenta...