Reggina: il pensiero di Taibi su Bellomo e Menez, mentre sul tecnico: "Baroni l'ho voluto io"

"Chi non gioca non può essere contento, ma..."

All'indomani della vittoria contro il Pordenone, ha parlato a "Passione Amaranto" il Ds della Reggina Massimo Taibi. Tra le tante cose dichiarate, un passaggio sulla scelta del tecnico l'esclusione di Menez ed il ritorno di Bellomo.

Taibi: "Baroni l'ho voluto io"

"Quando abbiamo deciso di cambiare il tecnico, la squadra era veramente in difficoltà. Marco Baroni è stato da sempre l'allenatore che mi ha maggiormente impressionato ed appena ne ho avuto la possibilità l'ho preso. Lo avevo cercato quando ero a Modena, per la Reggina l'ho scelto io. Conosce bene la categoria, è riuscito ad entrare nella testa del calciatori, cambiando modulo e mentalità. Un allenatore deve avere il coraggio nelle scelte e deve assumersi delle responsabilità, i giocatori lo seguono. La nostra fortuna è che in questo momento chiunque scenda in campo riesce ad esprimersi al meglio e questo è certamente merito del tecnico".

Il dialogo con tutti i calciatori

"Bellomo e Menez? Parlo tutti i giorni con i miei ragazzi e conosco benissimo il modo di lavorare di Baroni. Cerco di trasmettere loro fiducia e soprattutto a chi sta trovando meno spazio in questo momento, lo invito ad avere pazienza perchè ci sono possibilità per tutti, Bellomo ne è la dimostrazione. Menez fa parte della rosa ed ogni scelta deve essere accettata. Chiaramente, come accade sempre, chi non gioca non può essere contento, ma questo può servire come ulteriori motivazioni per la partita successiva".