Reggina, Taibi: 'Società ambita, almeno tre i gruppi. Basta personalismi'

"La Reggina come società non è in condizioni disperate come ho sentito dire. Escludo il presidente Saladini"

Nuove dichiarazioni del Ds della Reggina Massimo Taibi, intervistato dai colleghi di Radio Antenna Febea: "Siamo alla ricerca di soluzioni. Le trattative sono riservate, per questo pubblicamente si hanno poche notizie. Ringrazio l'avvocato Perna per il contributo che sta fornendo e noi nel nostro piccolo proviamo a fare la nostra parte. Bisogna essere fiduciosi questo non vuol dire illudere la gente. Ognuno di noi sta portando qualcosa, io sono in contatto con delle persone, uno studio romano che cura anche i miei interessi professionali, il dottore De Lillo stessa cosa, anche da Reggio si muova qualcosa.

"Salvare la Reggina, nessuno mi può fermare"

"Si lavora seriamente, sul tavolo ci sono diverse situazioni interessanti, la Reggina come società non è in condizioni disperate come si è sentito dire, altrimenti nessuno si sarebbe avvicinato. Il 22 giugno tireremo le somme, qui si è fatto il funerale prima che ci sia il morto. Mettiamo da parte personalismi, voglia di presenziare, qualcuno va in giro solo per sparare fesserie. Io faccio il direttore sportivo e conosco bene il mio ruolo, anche con il signor Praticò ho vissuto situazioni delicate oltre ad aver fatto il Ds. Se io allora non metto la faccia, i calciatori fanno la conferenza per comunicare che non sarebbero scesi in campo con la Vibonese, c'erano disastri ovunque. Dopo qualche ora il presidente Gallo ha comunicato il pagamento attraverso i bonifici. Ho fatto qualcosa allora, lo farò adesso, nessuno mi può fermare".

Vero un vecchio interessamento

"Oggi è più facile prendere la società essendo la squadra in serie B, i tempi sono stretti, bisogna essere bravi a chiudere il prima possibile, non mi interessa chi lo farà, purchè lo faccia, prossimi dieci giorni decisivi. Chiunque entri, se avesse voglia di prendere un nuovo Ds non mi interessa, l'unico obiettivo è salvare la Reggina. E' vero che anche con Gallo in carica si era mosso qualcosa. I bilancio del 31 maggio? Non credo sia un problema, da quello che mi hanno riferito. Escludo categoricamente dalla contesa Saladini, a dicembre c'era stato qualcosa, poi non se ne fece nulla".