Reggina: il Ds Taibi sui giovani, Fabbian e la trattativa più difficile da Ds amaranto

Il dirigente amaranto, negli ultimi anni con i giovani, ci ha spesso azzeccato

Il Ds Taibi parla dei giovani e della capacità mostrata negli ultimi anni nella loro individuazione su Videotouring. Un passaggio sulla rivelazione Fabbian e poi la trattativa con Inzaghi:

La conoscenza dei giovani

"I primi anni da responsabile del settore giovanile del Modena, mi hanno aiutato molto in quello che poi è stato il percorso successivo. Mi è sempre piaciuto seguire con particolare attenzione i giovani, lo faccio ancora. Certamente non basta guardare le partite per poi scegliere, è necessario osservare in maniera profonda, avere l'istinto giusto. L'ultimo esempio è quello di Fabbian, che a primo impatto mi ha subito impressionato. Eppure, quando andavo a chiedere referenze a chi lo conosceva meglio, non c'erano su di lui giudizi particolarmente esaltanti, ma dentro sentivo di aver visto giusto. Mi sono confrontato con i due Inzaghi ed anche Simone, attuale allenatore dell'Inter, ci ha confermato della validità del calciatore".

La trattativa più difficile

"Sono qui da cinque stagioni e tanti sono stati i calciatori e gli allenatori con i quali ho discusso, lunghi dialoghi per convincerli del nostro progetto e devo dire che oggi con questa società il mio lavoro è decisamente più agevolato perchè mi mette nelle condizioni ideali per poter lavorare. La trattativa più difficile da quando sono Ds della Reggina? Nessun dubbio, quella con Pippo Inzaghi, non è stato facile convincerlo ad accettare, ma non per la Reggina in sè, semplicemente perchè pensava di stare fermo per un pò. Da quando ha detto si, lo vediamo tutti molto coinvolto e convintissimo del percorso che vogliamo fare".