Reggina: l'interruzione può essere un vantaggio per Toscano. Almeno due i motivi

Alla ripresa contro il Brescia, sarà una Reggina un pò diversa?

Ci risiamo. Irrompe in maniera devastante ancora una volta il covid, il maledetto virus che il mondo intero non riesce a sconfiggere definitivamente. E così, visto l'elevato numero di casi che ha coinvolto tantissime squadre del campionato cadetto, si è deciso per l'interruzione e stabilita la ripresa per il prossimo 15 gennaio. Sperando che la situazione migliori e su questo aspetto non vi è assolutamente alcune certezza, anzi.

Una Reggina diversa alla ripresa?

La Reggina alla prima di Toscano in panchina in questa stagione, aveva ottenuto un buon punto a Como, interrompendo una striscia di cinque sconfitte consecutive e recuperando soprattutto a livello mentale un pò di energie. Francamente non sappiamo cosa pensi in merito il tecnico degli amaranto, ma l'interruzione potrebbe rappresentare un piccolo vantaggio. Intanto perchè consente di poter elaborare con più calma e quindi maggiore tempo i nuovi concetti e poi perchè al primo appuntamento del nuovo anno, è probabile che all'interno dell'organico vi possano essere delle novità. Ci riferiamo ovviamente all'apertura della seconda sessione di calciomercato dove la Reggina intende intervenire. Di sicuro diversi di quelli che fino ad oggi non si sono visti o comunque poco, si proverà a piazzarli altrove, per il resto saranno le indicazioni del tecnico Toscano a decidere in quali reparti bisognerà intervenire per rinforzare.