Reggio, appaltati i lavori per una nuova scuola primaria

Appaltati i lavori per una nuova scuola primaria in uno dei quartieri di Reggio Calabria

Sono stati appaltati i lavori per la realizzazione del plesso che ospiterà la nuova scuola primaria nel quartiere di San Sperato.

Il consigliere comunale Filippo Burrone, da sempre attento allo sviluppo dell’area cittadina in questione, esprime la propria soddisfazione per l’evolversi di un iter che sembrava non vedere mai un traguardo:

“I cittadini di San Sperato possono finalmente toccare con mano un passo decisivo e concreto all’interno di una tribolata e infinita vicenda. Il quartiere reggino, gli studenti e rispettive famiglie avranno, presto, un plesso che ospiterà la tanto attesa scuola primaria.

È incredibile constatare che San Sperato è l’unica zona della città a non avere una struttura adeguata per ospitare una scuola primaria.

Fino alla terza classe, infatti, i nostri piccoli concittadini possono frequentare la scuola primaria “Aristide Artuso” ma, dalla quarta classe in poi sono costretti a trasferirsi verso il plesso di Cannavò”.

Grazie alle risorse composte da 790 mila euro dal Patto dello sviluppo della Regione Calabria e i restanti 350 mila euro in conto al diverso utilizzo dei mutui già contratti con la cassa depositi, fondi e prestiti, fondi che sembravano esser stati dimenticati fino a qualche anno fa, si è proceduto con l’aggiudicazione, con un ribasso del 32% dei lavori che consegneranno al quartiere di San Sperato il nuovo plesso.

“Desidero aggiungere con forza – ha sottolineato il consigliere Burrone - che il percorso intrapreso non è stato assolutamente facile e scontato.

L’iter burocratico per la costruzione e l’adeguamento di un plesso di fondamentale importanza per il rione di San Sperato sembrava esser divenuto negli anni un vero e proprio miraggio, impossibile da raggiungere e probabilmente, caduto nel dimenticatoio.

Abbiamo agito con perseveranza senza mai dimenticare l’obiettivo finale, sollecitando a più riprese chi di competenza verso l’evolversi positivo di questa annosa e problematica vicenda".

Burrone ha concluso:

"Mi sono battuto personalmente perché conosco molto bene questa realtà e non ho mai dimenticato quanto possa essere indispensabile la realizzazione di quest’opera per le famiglie ed il territorio.

Si va finalmente a concretizzare un percorso sul quale l’amministrazione Falcomatà ha creduto con fermezza e tenacia. Si completa uno dei macro-obiettivi dichiarati nella scorsa campagna elettorale.

San Sperato con il rifacimento dell’arteria stradale, la consegna dei lavori del campo di calcio a cinque, le cui risorse erano state promosse con i fondi del Decreto Reggio può registrare, oggi, un passo in avanti concreto e decisivo con la realizzazione del plesso scolastico”.