Reggio, bonus spesa: casella posta intasata? Le spiegazioni del Sindaco

Tutte le indicazioni utili

Nuovo appuntamento in diretta con il sindaco Giuseppe Falcomatà. Oggi, 3 aprile, il primo cittadino di Reggio Calabria torna ad interagire con il pubblico ed aggiornarlo sull'attuale situazione Coronavirus.

Una situazione che mi avete segnalato un po' tutti che la casella del bonus spesa, con le PEC che tornano indietro, e questo ovviamente reca difficoltà. Non si tratta di negligenza o scarsa professionalità, ci sono alcune problematiche in via di risoluzione. Il poco personale è una delle cause, il Comune conta 800 dipendenti, la metà di quelli che servirebbero. Ma non è il momento delle scuse, ho già richiesto del personale da inserire dove serve, per tutte le procedure. Soltanto nella giornata di ieri sono arrivate 700 mail, e questa mattina abbiamo superato quota 1000. La domanda non è a sportello, quindi non a chi arriva prima, tutte verranno valutate in base alla reale necessità. Non è necessaria una PEC, va bene anche una mail personale.

Sappiamo che non tutti possono inviare una mail, e proprio per questo il Comune attraverso i poli territoriali ha attivato un altro servizio per tutti coloro che non possono inviare mail o hanno bisogno di chiarimenti, attraverso l'utilizzo di numeri di telefono che possono essere contattati. L'assegnazione del buono spesa è affidata a criteri di trasparenza e oggettività. Tutti coloro che lavoravano "a nero" possono richiedere questo servizio.