Un calendario per l'Hospice. I promotori: "Dedicato ai reggini, fatelo entrare nelle vostre case"

E' stata presentata questo pomeriggio la lodevole iniziativa nata grazie alla sinergia tra Assicurazione Generali, Officina dell'Arte e CityNow.it

"E' nato tutto in poche ore. La volontà è stata chiara, fin dal principio. Aiutare l'Hospice, questo il solo obiettivo".

Sono le parole di Ferdinando Polito, agente dell'Agenzia Generali Reggio Calabria Corso Garibaldi, promotore, insieme a Domenico Arena, della lodevole iniziativa presentata questo pomeriggio e nata grazie alla collaborazione tra Officina dell'Arte e CityNow.it.

Durante la conferenza stampa è stato presentato il nuovo calendario in distribuzione già in questi giorni, il cui ricavato verrà destinato alla struttura ospedaliera di Via delle Camelie di Reggio Calabria.

Un calendario dunque per aiutare l’Hospice Via delle Stelle.

"Abbiamo ideato questo calendario per destinare l'intero ricavato ad una realtà che sta a cuore a tutti noi reggini - spiega Ferdinando Polito - Vogliamo anche noi essere vicini all'eccellente struttura gestita dalla Fondazione Via delle Stelle. Il calendario vuole entrare in tutte le case dei reggini attraverso un'offerta volontaria. In questo modo è possibile sostenere la struttura diretta dal dott. Vincenzo Trapani Lombardo. Inizieremo la distribuzione, a cominciare da oggi, presso la nostra agenzia e sabato 23 novembre in occasione dello spettacolo 'Mammamiabella' al teatro Cilea dell'Officina dell'Arte. La diffusione del calendario continuerà il 14 dicembre durante lo spettacolo di Gennaro Calabrese 'Un calabrese a Roma'.

Ferdinando Polito rivolge un appello ai reggini:

"E' dedicato a voi, fatelo entrare nelle vostre case nella speranza che l'Hospice non chiuda e che possa continuare la gestione attraverso la Fondazione 'Via delle Stelle'"

Tra gli ideatori e sostenitori del calendario solidale pro-Hospice 2020 anche Peppe Piromalli, direttore artistico dell'Officina dell'Arte.

"Quest'anno l'Officina ha sposato parecchie iniziative di questo tipo. Ferdinando Polito ha proposto questa bella iniziativa che abbiamo accettato e sposato con vero piacere - spiega Peppe Piromalli - L'iniziativa è rivolta ad una delle migliori strutture presenti in città in cui noi crediamo. Dobbiamo coinvolgere il maggior numero di persone per sostenere l'Hospice dando ciascuno un pezzettino del nostro cuore".

Soddisfatto il presidente della Fondazione Via delle Stelle dott. Vincenzo Trapani Lombardo, ancora in attesa da parte dell'ASP del famoso contratto per il 2020 che consentirebbe una stabilità agli oltre 50 dipendenti della Fondazione e garantirebbe le cure palliative necessarie ai reggini e non solo.

"Devo ringraziare in quest'occasione l'assicurazione Generali, l'Officina dell'arte e CityNow che ci permettono insieme a tantissime altre realtà reggine che ci assistono costantemente e quotidianamente. Iniziative come queste ci consentono di sopravvivere e di andare avanti con un buon livello di qualità. L'intera città continua a rispondere in maniera eccellente. Mantenere un buon livello di qualità rimane il nostro primario obiettivo come Fondazione".

Tra i 'megafoni' dell'iniziativa volta a sensibilizzare la popolazione, anche il direttore di CityNow.it, Vincenzo Comi, che insieme ai colleghi di redazione racconta ormai da anni la situazione drammatica in cui versa l'Hospice.

"Facciamo semplicemente il nostro lavoro. Cerchiamo di raccontare ciò che succede in città. La struttura dell'Hospice ci sta particolarmente a cuore per l'importanza delle cure che offre alle nostre famiglie e per la qualità dei suoi operatori - spiega il direttore responsabile di CityNow Vincenzo Comi - Reggio Calabria deve 'alzare la voce' per difendere le proprie eccellenze. Attraverso il logo della testata che ho l'onore di dirigere e con l’immediata e spontanea adesione dell’editore Davide Nucera, vogliamo diffondere un messaggio chiaro: l'Hospice non può e non deve chiudere e soprattutto ha bisogno delle professionalità che tutti noi ormai conosciamo".

Seguici su telegramSeguici su telegram