Comunali a Reggio Calabria, parola d’ordine: “cambiamento”. Ecco il nuovo laboratorio politico

“Parola d ordine cambiamento morale sociale e politico”. Il nuovo laboratorio politico guidato da Antonio Sapone verrà presto presentato alla città.

Le elezioni comunali si avvicinano e con lo scorrere dei giorni le forze politiche della città cominciano ad aprirsi alla comunità reggina per illustrare i loro progetti.

Un mandato che volge al termine è anche la conclusione di un capitolo della storia di Reggio. Come (o da chi si ripartirà) ancora nessuno lo sa, ma in questi mesi vedremo gli attori politici della Città Metropolitana destreggiarsi nel proporre soluzioni per lo sviluppo del territorio.

“Reggio necessità di una vera e propria rivoluzione, un nuovo illuminismo, di un cambiamento”.

PATTO PER IL CAMBIAMENTO

E proprio ‘Patto per il cambiamento’ è il nome del laboratorio politico che sta nascendo in questi giorni e che, presto, vedrà finalmente la luce. Un’organizzazione politica ma anche socio-culturale che contiene nomi di rilievo della comunità reggina, guidata da Antonio Sapone.

Il noto dirigente politico locale ha, alle spalle, un curriculum di tutto rispetto:

  • delegato dei giovani per l UNIONE di Romano Prodi per la regione Veneto (2006);
  • segretario provinciale dell’UDEUR del Ministro Guardasigilli Clemente Mastella (per il quale ha curato la candidatura da parlamentare europeo);
  • segretario unico del dissolto movimento ‘Liberi di ricominciare’ (per il quale ha creato una coalizone di liste civiche e presenta persino il simbolo di Democrazia Cristiana);

Sapone, in questa, relativamente, nuova esperienza politica è affiancato da noti esponenti cittadini, come ad esempio:

  • il prof. Giorgio Nordo, ex candidato al senato per i 5 stelle Bruno Azzerboni;
  • la nota ed emergente giovane Bernadette Ficara;
  • la dott.ssa Rosy D Agostino;
  • gli avv Panella Andidero, e Pulvirenti.

Attorno al ‘Patto per il cambiamento’ ruotano però circa cinquanta ex candidati delle scorse elezioni comunali appartenenti al mondo civico. Questi ultimi, sotto la guida di Sapone, sono pronti a tornare in campo per dare il loro contributo a Reggio Calabria.

OBIETTIVI

Antonio Sapone, che oltre ad occuparsi di politica è anche un noto esponente del settore della moda ed organizzatore di eventi, ha esposto a CityNow i punti programmatici salienti del laboratorio politico per le prossime elezioni comunali:

  • sviluppo e innovazione del servizio pubblico ATAM (incremento dei servizi offerti ed estensione della fascia oraria. Trasporti più attivi nei weekend ed anche nelle ore notturne).
  • piano di sostegno agli imprenditori. Commercianti ed artigiani, in particolar modo quelli del centro storico, meritano attenzione da parte dell’amministrazione, come ad esempio un piano di vantaggi fiscali ed incentivi.

REGGIO NON E’ A MISURA DI TURISTA

Tante e diversificare sono le proposte del ‘Patto’ anche per quanto riguarda il turismo, il tanto discusso settore che potrebbe stravolgere definitivamente le sorti della nostra città.

  • basta turismo mordi e fuggi;
  • destagionalizzazione (il flusso turistico quasi si azzera durante alcuni periodi dell’anno);
  • nuova rete di bagni pubblici che agevoli comitive di turisti e abitanti;
  • migliore gestione degli infopoint (sulla carta ne esistono due, ma uno è completamente chiuso, l’altro è stato dato in gestione ad una gelateria);
  • promuovere iniziative turistiche innovative (turismo genealogico, story telling tourism).

“Città anche più piccole e meno turistiche dispongono di servizi migliori di quelli di Reggio – afferma Sapone a CityNow – Tutti quelli previsti dal ‘Patto per il cambiamento’ sono interventi a bassa incidenza economica che possono dare un nuovo taglio alla fruizione turistica della città”.

‘Patto per il cambiamento’ rivendica un’autonomia programmatica e politica, nonostante le continue avances (da entrambe le parti politiche, specie dal versante del centrodestra moderato) alla guida del movimento Antonio Sapone. E’ importante però sottolineare l’esistenza di un dialogo saldo e concreto sia con il consigliere regionale Giovanni Nucera, che con il sindaco Giuseppe Falcomatà.

Il nuovo laboratorio politico verrà presto presentato alla città attraverso un evento pubblico. Parola d ordine ‘cambiamento’ morale sociale e politico, che porti ad un nuovo illuminismo cittadino.

Seguici su telegramSeguici su telegram