Reggio, al via la programmazione della 2ᵃ missione umanitaria in Terra Santa - FOTO

L’INA, con l’incaricato d’affari dell’Ambasciata di Palestina in Italia Dott. Omar Faqih,ha dato il via alla programmazione della seconda missione umanitaria in campo medico in Terra Santa

A Reggio Calabria l’Istituto Nazionale Azzurro con l’incaricato d’affari dell’Ambasciata di Palestina in Italia Dott. Omar Faqih allo scopo di programmare la seconda missione umanitaria in campo medico in Terra Santa.

In occasione del viaggio a Reggio Calabria dell’incaricato d’affari dell’Ambasciata di Palestina in Italia Dott. Omar Faqih l’Istituto Nazionale Azzurro, ha organizzato, in data 6 settembre, un incontro con alcuni membri tra questi il Presidente Nazionale Cav. Dott. Lorenzo Festicini, il Vice-presidente Dott. Antonello Faraone, il Membro I.N.A, Dott. Said al Sayyad,. il Tesoriere Nazionale Cav. Giorgio Mauro, il delegato Regione Calabria area Ionica, Cav. Ercole Sansalone, il Dott. Gran Cerimoniere. Salvatore Praticò ed il Direttore Artistico Alessandra Piccirilli.

Lo scopo dell’incontro è stato quello di programmare attività in Terra Santa nello specifico missioni umanitarie in campo medico. L’Istituto offre a chi ha bisogno in maniera completamente gratuita la sua equipe Medica formata da professionisti altamente specializzati provenienti dalla nostra città, per cercare di alleviare sofferenze agli uomini, donne e bambini che ancora oggi purtroppo per condizioni economiche non hanno accesso alle cure sanitarie.

Noto con l’acronimo INA, l’Istituto è una prestigiosa associazione umanitaria operante in territorio nazionale ed internazionale, che persegue finalità culturali, di studio, di ricerca e di solidarietà favorendo ed incentivando, il dialogo e lo scambio interculturale ed interreligioso tra i popoli; apolitica e apartitica, senza scopo di lucro avente sede in Roma.

Dopo il successo della prima esperienza di missione umanitaria dell’equipe medica dell’Istituto, avvenuta dal 06 al 12 maggio 2019 nella città di Betlemme, l’Istituto si ripropone in Terra Santa al fine di perseguire gli ideali di pace e amore che da sempre lo contraddistinguono.

“Ancora una volta la nostra Reggio Calabria si confronta con istituzioni e nazioni estere; si fa conoscere per le Sue doti di apertura, di aiuto e di amore che dona, a chi per qualsiasi ragione vive in situazioni drammatiche.”

Ha dichiarato il Presidente Festicini aggiungendo:

“Ho ancora impresso lo sguardo del Dott. Faqih dopo aver visto il nostro meraviglioso lungomare. È rimasto abbagliato dalla bellezza della nostra terra. Spero che ogni reggino guardi la nostra città come ha fatto l’incaricato d’affari dell’Ambasciata di Palestina e tutti gli altri diplomatici che con il nostro lavoro stiamo portando nella nostra città”.

Seguici su telegramSeguici su telegram