Reggio, senso civico e decoro. Volontari reggini ripuliscono l'area del Tempietto - FOTO

A Reggio Calabria volontari delle associazioni "Plastic Free" e "Differenziamoci Differenziamo" hanno ripulito l'area del Tempietto

Un nuovo appuntamento scandito dal senso civico dei reggini nello zona adiacente al Tempietto di Reggio Calabria.

"Plasticfree", volontari reggini all'opera

Plastic Free Davide Arillotta

Si sono dati appuntamento questa mattina i volontari dell’associazione “Plastic Free” in concomitanza con l’associazione cittadina “Differenziamoci differenziamo”.
L’obiettivo odierno è stato ripulire l’area adiacente al Tempietto di Reggio Calabria. Ripulire da plastica, materiale indifferenziato ed incuria nel senso più stretto del termine.

Un nutrito gruppo di cittadini ha risposto all’appello lanciato da queste realtà nazionali e locali.

Ai microfoni di CityNow il volontario Davide Arillotta ha esposto non solo l’intenzione dell’associazione, ma ha anche purtroppo illustrato le condizioni, a tratti fatiscenti, in cui versa l’area.

“E’ il terzo appuntamento organizzato dall’Associazione ‘Plastic Free’ in collaborazione con l’associazione cittadina “Differenziamoci differenziamo”.
“Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare il più possibile le persone nel raccogliere i rifiuti ed avere cura della propria terra e ovviamente della propria città. Abbiamo fatto i primi appuntamenti al Parco Lineare Sud ed adesso ci stiamo cominciando a spostare verso il centro”.

“Oggi siamo nell’area subito dopo il Tempietto. Una zona che potenzialmente potrebbe essere fantastica ma purtroppo totalmente abbandonata. Qui il padrone di casa è la plastica. Noi con questa nuova iniziativa vogliamo dare un piccolo segnale”.
“Il problema della plastica è conosciuto a tutti. Da un punto di vista statistico si stima che nel 2050 la plastica supererà il peso degli animali presenti in mare”.
“Il problema da noi è con le correnti nello Stretto di Messina ristagna tutto perciò il nostro deve essere un impegno maggiore”.

Non apparteniamo a schieramenti politici

Arillotta ci ha tenuto a precisare che nonostante l’iniziativa ha avuto il pieno appoggio del Comune, non vuole essere assolutamente una rappresentazione ad azione politica.

“Questa iniziativa non appartiene a bandiere politiche. Nasce solo dal senso civico di un gruppo di cittadini volontari. La nostra speranza è quella di aumentare sempre più di numero per combattere questo degrado”.

Il prossimo appuntamento

Arillotta ha inoltre annunciato il prossimo appuntamento.

“Una nuova iniziativa è prevista per il 14 marzo. Il punto d’incontro sarà la Sorgente, spostandoci quindi verso la zona sud della città. Una zona ad alto tasso balneare. Già un primo sopralluogo è stato effettuato in modo da capire meglio come intervenire”.

L’invito di “Plastic Free”

“Invito tutti i reggini a tenersi aggiornati sui prossimi appuntamenti consultabili sul sito nazionale plasticfree.it o sulle pagine Facebook.

I commenti di alcuni volontari

Alcuni volontari presenti questa mattina hanno voluto commentare la loro partecipazione.

“Io sono qui per dimostrare che in questa città ci sono persone attente all’ambiente, che tengono al decoro cittadino, al rispetto del territorio. Io, così come tante altre persone, sono una che fa poco rumore ma preferisce agire, come ad esempio con questa iniziativa”.

Infine una coppia di reggini:

“E’ stata nostra figlia a farci iscrivere al gruppo Facebook e così siamo venuti a conoscenza dell’iniziativa di questa mattina. Forse ancora in molti non hanno capito che questi luoghi sono come l’interno delle nostre case.

Davide Arillotta infine ha voluto ringraziare l’AVR che ha dotato tutti i volontari di buste, guanti e rastrelli.