Processo Miramare, Giuseppe Marino a CityNow: "Fiducioso che arriverà assoluzione"

"Con la sentenza si farà piena luce sull’intera vicenda e in particolare anche sulla mia posizione", le parole di Giuseppe Marino

Meno di un mese alla sentenza del Processo Miramare. La vicenda che vede imputati il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatá ed i fedelissimi Armando Neri e Giovanni Muraca è oramai alle battute finali. Tra gli altri imputati vi sono altri componenti della giunta del primo mandato, tra cui: l'ex assessore Angela Marcianò (l'unica ad aver scelto il rito abbreviato e che ha già ricevuto una sentenza di condanna) gli assessori Saverio Anghelone, Giuseppe Marino, Antonino Zimbalatti, Agata Quattrone e Patrizia Nardi. Sono coinvolte nel processo anche l'ex segretario del Comune, Giovanna Acquaviva e l'ex dirigente Maria Luisa Spanò.

L’accusa è quella di falso e abuso in atti di ufficio in relazione all'ormai famosissima delibera con cui si attestava l’assegnazione diretta del Miramare all'associazione ‘Il Sottoscala’ di Paolo Zagarella.

L'ex Assessore Giuseppe Marino, ai microfoni di CityNow, si dice fiducioso riguardo la sentenza che arriverà a novembre.

"Ho piena fiducia nella magistratura. Con la sentenza si farà piena luce sull’intera vicenda e in particolare anche sulla mia posizione. Sono fiducioso possa arrivare l'assoluzione per tutti, dal processo sono emersi atti che spiegano tutta la vicenda in modo chiaro", le parole di Marino.

Il secondo tempo dell'amministrazione Falcomatà procede con passo incerto, come ammesso dallo stesso primo cittadino, che ha annunciato possibili modiche alla giunta. Decisioni legate anche alla possibili condanne (e relative sospensioni) legate al Processo Miramare? Marino sgombera il campo da equivoci. 

"C’è in corso una normale discussione interna tra il Sindaco Falcomatà, i gruppi consiliari e tutte le forze di governo. E' un'attività che non va fatta soltanto nelle stanze di Palazzo San Giorgio ma che deve coinvolgere associazioni di categoria, università e tutte le parti sociali.

Sappiamo che la città sta vivendo una fase di difficoltà complessiva, mi riferisco alle manutenzioni, ai rifiuti, alla disoccupazione giovanile. Sono tematiche importanti che come amministrazione dobbiamo affrontare assieme alla città e non soltanto tra forze politiche.

Rimpasto di giunta? Il sindaco Falcomatà ha sempre parlato di 'rilancio dell'attività amministrativa', non di un vero e proprio rimpasto. Magari alla fine dell'attenta valutazione in corso e il dialogo con i gruppi consiliari, non si riterrà necessario apportare modifiche alla giunta".