Reggio, Via Modena 'libera' da rami e foglie. Quartiere ancora sommerso dai rifiuti

Di questa mattina l'intervento di potatura in Via Modena. La lamentela dei residenti: 'A quando la bonifica ed il ritiro dei rifiuti'

Tempi duri per l’assessore del Comune di Reggio Calabria con delega ai rifiuti Paolo Brunetti. Reggio, soprannominata ormai anche a livello nazionale come la città dei rifiuti, lotta per non essere letteralmente sommersa fino a diventare la più grande discarica del sud Italia.

Tra le innumerevoli strade più imbarazzanti di Reggio, c’è via Modena. Ogni giorno in quel tratto passano migliaia di reggini nel bel mezzo dei rifiuti. I marciapiedi sono ormai scomparsi e al loro posto, si sono formate diverse micro e macro discariche che circondano lo storico campo Coni.

I residenti del quartiere, ormai avviliti e rassegnati al degrado, questa mattina hanno vissuto però l’ennesimo disagio.

'A quando la bonifica ed il ritiro dei rifiuti?', si chiedono in molti.

Proprio l’assessore Brunetti, a cui spetta anche la delega del verde pubblico, è intervenuto, non per il ritiro dei rifiuti (per come ci si aspettava) ma per la potatura degli alberi. E insieme ad una squadra di operai ha dato il via ad un lavoro che ha generato lunghe file, rallentamenti e clacson impazziti.

Sia chiaro, ben venga la potatura e il lavoro svolto in questi giorni da Castore, ma ci chiediamo se non fosse stato meglio intervenire in orari diversi.

La potatura in via Modena

Questa mattina non pochi automobilisti sono rimasti bloccati in via Modena. Attesa infinita e coda chilometrica. Il motivo? Il piano per la cura del patrimonio arboreo della Città di Reggio Calabria che, proprio nell'orario di punta per i lavoratori che si recano in ufficio, dopo aver lasciato i figli a scuola, ha fatto registrare più di qualche lamentela.

La manutenzione degli alberi e del verde pubblico è avvenuta nei pressi del Campo Scuola Coni A.Penna, una strada già di per sé molto trafficata, la cui circolazione, oltre che il decoro, sono resi ancor più difficoltosi dalla presenza di micro-discariche posizionate lungo tutto il marciapiede. Con il passare dei giorni, alcune buste hanno persino invaso la strada, tanto da costringere i guidatori ad una specie di slalom con chi si trova a percorrere il senso di marcia opposto. Inoltre, sempre in via Modena, negli ultimi giorni, sconosciuti hanno anche dato fuoco ai cumuli di spazzatura presenti in strada.

E intanto, dal Comune, arriva la nota stampa della potatura degli alberi senza alcuna menzione né cenno al dramma rifiuti che in quella stessa zona è sicuramente il problema più evidente.

"Dopo la pineta Zerbi e la zona di Modena, l'attività di potatura proseguirà nei prossimi giorni in via Reggio Campi e successivamente di nuovo sul Lungomare Falcomatà, dove si erano concentrate le attività di manutenzione del verde la scorsa settimana sull'area di Pineta Zerbi".