Valorizzazione del dialetto, al liceo da Vinci arriva il prof. Ruffino dell'Accademia della Crusca

Divulgazione della lingua dialettale, nuovo appuntamento al liceo da Vinci di Reggio Calabria

Prosegue, per il Liceo ScientificoLeonardo da Vinci” e per altre 19 scuole della Città Metropolitana di Reggio Calabria, la sperimentazione nazionale, avviata nel mese di novembre
del corrente anno scolastico, finalizzata alla divulgazione ed alla valorizzazione della lingua dialettale identitaria nell’ambito dell’educazione linguistica.

QUANDO

Martedì 14 gennaio si terrà, infatti, il secondo incontro di formazione per i docenti delle diverse istituzioni scolastiche coinvolte.

All’incontro, coordinato dalla professoressa Paola Colace, Responsabile Scientifico del Progetto, già Ordinaria di Filologia Classica del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università
degli Studi di Messina, interverranno,in qualità di esperti formatori, il prof. Giovanni Ruffino, Accademico Ordinario dell’Accademia della Crusca, già Ordinario di Linguistica italiana,
Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università di Palermo (presidente del Comitato scientifico del progetto); il prof. Alessandro De Angelis, Ordinario di Glottologia e Linguistica Generale
presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, Università degli Studi di Messina (componente del Comitato scientifico del progetto); il prof. Antonio Pugliese, Ordinario di Clinica Veterinaria Dipartimento di Scienze Veterinarie, Università di Messina.

PROGETTO

Il Progetto in questione, che si avvale del patrocinio del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria e delMiur, è stato accolto con grande entusiasmo sia dagli 800 studenti coinvolti, ai quali sin da subito sono state esplicitate le finalità e forniti gli strumenti necessari, una grammatica dialettale ed un testo di supporto didattico, sia dai docenti delle istituzioni scolastiche in rete coordinati dalla referente della scuola capofila prof. Giovanna Canale che già nel mese di dicembre sono stati impegnati in un primo incontro di formazione tenuto dalla professoressa Colace e dal prof. Daniele Macris, Ordinario di Latino e Greco presso il Liceo Ginnasio Statale “Maurolico” di Messina.

D’altronde, il valore didattico e la portata innovativa di tale sperimentazione erano stati già sottolineati e riconosciuti dall’allora sottosegretario al Miur Lucia Azzolina, ora Ministro dell’Istruzione, che, in occasione della manifestazione di inaugurazione del 28 novembre, alla presenzadella professoressa Giuseppina Princi, Dirigente scolastico della scuola capofila, di rappresentanti istituzionali e di professori universitari del DICAM di Messina, nonché dei Dirigenti scolastici e dei docenti referenti delle scuole selezionate, aveva apprezzato pubblicamente, in una videointervista, l’alto spessore scientifico del progetto, in cui la tradizione si coniuga con l’innovazione mediante una stretta sinergia tra scuola e territorio, dichiarandosi successivamente disponibile a stendere l’introduzione della pubblicazione divulgativa, prodotto finale in cui confluiranno tutti i lavori degli studenti.

Ancora una volta, pertanto, il Liceo si fa promotore di buone pratiche a livello nazionale, come è già avvenuto nel caso della Biomedicina, e si fa garante di una formazione completa e sicura, frutto di una sapiente interazione tra percorsi umanistici e percorsi scientifici.

Seguici su telegramSeguici su telegram