Reggio Film Fest, Maurizio Mattioli a CityNow si racconta tra passato e futuro del cinema

Simpatico, coinvolgente, l'attore romano dimostra affetto per Reggio Calabria ed i reggini

Al Reggio Film Fest un'autentica star del cinema, numerosi e famosi i film dell'attore romano, universalmente riconosciuto per la sua bravura e simpatia, qui a Reggio Calabria insieme al regista Christian Marazziti per presentare una Webseries dal grande valore scientifico e culturale:

In famiglia all'improvviso è una campagna promossa da Salute Donna onlus, Salute Uomo onlus e WALCE onlus e realizzata grazie al contributo non condizionato di MSD Italia con l’obiettivo di far conoscere il percorso diagnostico e terapeutico del tumore del polmone, che negli ultimi anni si è evoluto grazie ai progressi scientifici.

Ai microfoni di CityNow si è lasciato andare tra battute e ricordi parlando, anche del nostro territorio:

Conosco Reggio Calabria, ho dei magnifici ricordi, non posso non menzionare Gigi Miseferi e soprattutto Giacomo Battaglia - ha spiegato emozionato Mattioli - con la popolare coppia di comici ho condiviso momenti magnifici, davvero indimenticabili. Mi dispiace per la situazione dei teatri storici a Roma, un vero disastro, speriamo se ne esca presto.

A me piace il Sud, ci torno con piacere, il Bagaglino mi ha formato molto, un'esperienza straordinaria, grazie alla comicità abbiamo unito l'Italia e l'audience straordinario, superavamo i dieci milioni di telespettatori a puntata, dimostrava il grande interesse per le nostre trasmissioni passate alla storia della televisione.

L'ospitalità, il cibo, i ricordi mi legano a questo territorio: sono il massimo del piacere. Conosco tutti gli attori emergenti, ma anche del passato: l'Italia ha insegnato al mondo il cinema, il momento legato alla pandemia è difficile, ma ci siamo sempre rialzati, passerà anche questa, teniamo duro!