Regionali Calabria, Militano chiude la porta al centrosinistra

Secondo il direttore del "Corriere della Calabria", Letta e Conte sono a caccia di una donna gradita alla coalizione ed ai calabresi

La politica muta e si plasma facendo di necessità virtù. È un po' ciò che sta accadendo, in questi giorni, all'interno del centrosinistra. Le Regionali in Calabria non sono mai state elezioni semplici, tanti intrighi di palazzo e bandiere da posizionare. Se ci si aggiunge, poi, il dramma di un territorio che, lo scorso ottobre, ha perso il suo Governatore solamente 9 mesi dopo l'elezione, la partita diventa ancora più ardua.

L'ultimo nome a venir fuori, dopo il valzer di Nicola Irto, è quello del direttore del Corriere della Calabria, a quanto pare contattata per divenire il volto della coalizione guidata da Letta e Conte.

Regionali Calabria, il centro sinistra allarga gli orizzonti

L'accordo tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle sembra ormai cosa fatta, manca solo un nome in grado di mettere tutti d'accordo. Sembrava improbabile fino a qualche settimana fa sperare in una coalizione, ma la svolta sembra essere arrivata con le dichiarazioni dell'ex candidato Governatore del Pd che ha ritirato la sua nomina in favore di un nome più gradito ai pentastellati. La notizia, smentita dal Nazareno, appare però ormai assodata vista anche la recente rivelazione della giornalista Paola Militano:

"Chi scrive è stata contattata dal Nazareno per rappresentare il centrosinistra come candidato presidente e, senza alcuna esitazione, ha deciso di mantenere fede al patto sancito con la sua redazione e con i lettori del Corriere della Calabria".

È quanto riportato in un editoriale dal titolo "Ho detto no alla politica".

"Letta e Conte cercano disperatamente una donna calabra non tesserata"

A questo punto, i nodi vengono al pettine. Se Irto non è più il candidato del centrosinistra, Cristallo ha smentito voci che la vedono protagonista e Militano è stata contattata dai massimi vertici dei partiti, l'identikit del candidato Governatore sembra delinearsi chiaramente. Il direttore del Corriere della Calabria non ha dubbi in merito:

"Letta e Conte che – in queste ore non è più un mistero – cercano disperatamente una donna calabra non tesserata, gradita ad entrambi, al resto della coalizione e magari anche ai calabresi".