Regionali, il centrosinistra prova a compattarsi: incontro Letta-de Magistris

Il centrosinistra prova a compattarsi, ore calde per il centrodestra. La proposta di Letta a de Magistris

Stessa contesa, ma a campi invertiti. Se sino a qualche giorno fa, l'avvicinamento alle regionali calabresi appariva dall'esito scontato, con un centrosinistra spaccato in più parti e un centrodestra granitico al fianco di Occhiuto, la situazione nelle ultime 48 ore sembra essersi ribaltata.

Centrodestra, caos dopo la quiete

I mal di pancia di Fratelli d'Italia non sono di facciata o strategici ma reali. Giorgia Meloni, sin da quando si è insediato il Governo Draghi che ha visto il proprio partito unico all'opposizione, non ha mai nascosto i malumori anche in ragione dei sondaggi nazionali che vedono Fratelli d'Italia stabilmente in crescita e in vetta alle preferenze.

La questione relativa alle nomine Rai ha fatto riesplodere la rabbia, la possibilità di separarsi dalla coalizione in Calabria (con Wanda Ferro pronta a scendere in campo in prima persona) non è campata per aria. Si lavora per ricucire lo strappo, al momento prevale l'ottimismo ma il tempo che aleggia sopra la vicenda è variabile e non sono da escludere colpi di scena. Una patata bollente che Occhiuto e la coalizione non pensavano di dover maneggiare, con la vittoria alle prossime regionali che sembrava in tasca.

 

Centrosinistra, l'unione fa la forza

Ai giorni di tempesta all'interno del centrosinistra risponde il centrosinistra che fa le prove di compattezza. Dopo la confusione che ha portato (al termine di casting e varie candidature saltate) alla nomina di Amalia Bruni, si fanno le prove di compattezza e le prime manovre sembrano generare effetti positivi.

Tansi si è affrettato ad inserirsi all'interno della coalizione e sostenere la candidatura della scienziata, un pò schizofrenica la gestione politica da parte dell'ex capo della Protezione Civile. La novità delle ultime ore, secondo quanto raccolto da CityNow, riguarda il contatto tra il segretario dem Letta e de Magistris avvenuto nella giornata di ieri.

Nonostante le frecciate tra le parti siano state ripetute, la possibilità che il sindaco di Napoli ritiri la propria candidatura in favore di Amalia Bruni non sono del tutto da escludere. La proposta di Letta a de Magistris, secondo quanto raccolto da CityNow, sarebbe stata di un incarico importante (all'interno delle Authority?) in cambio di un ritiro della candidatura.

Non si conosce al momento la risposta del sindaco di Napoli, che potrebbe riflettere durante il weekend rispetto a quanto proposto dal segretario dem. Di sicuro, se anche de Magistris dovesse rientrare nei ranghi e offrire il proprio sostegno ad Amalia Bruni, l'esito delle regionali in Calabria sarebbe di gran lunga più incerto ed equilibrato rispetto a quanto era possibile immaginare sino a pochi giorni fa.