Emergenza rifiuti a Motta, Mallamaci: 'Uniti e con fermezza contro la riapertura di Comunia'

il consigliere comunale stigmatizza l'assenza del sindaco alla riunione dei sindaci della Conferenza metropolitana: 'Sconcertante'

"Dal sito istituzionale del nostro Comune, in data 20.05.2020, ho appreso che il giorno successivo ci sarebbe stato un incontro dei Sindaci della Città Metropolitana sul problema legato all’emergenza rifiuti che da 25 anni attanaglia la nostra Regione. Un problema che sembra non avere soluzioni e né tanto meno pare che la Giunta Santelli, in questo primo inizio di legislatura, lo stia affrontando in maniera adeguata".

Così in una nota il consigliere comunale di Motta San Giovanni, Mimmo Mallamaci, che sottolinea come tanti sono i cittadini e gli esercizi commerciali del comune mottese che nell’ultima settimana si sono rivolti allo stesso per avere notizie riguardo la raccolta dei rifiuti perché, ovviamente, anche il territorio di Motta San Giovanni sta soffrendo enormemente la mancata esecuzione del servizio.

"Il mio senso di responsabilità - continua Mallamaci - mi ha spinto a seguire i lavori della Conferenza dei Sindaci del 21.05.2020 che aveva all’ordine del giorno proprio la questione rifiuti ed alla quale, ahimé, con mio grande stupore, non ho riscontrato la presenza del nostro Sindaco nè di alcun componente della maggioranza. In quella sede si è discusso di come dare immediate risposte agli abitanti della Città Metropolitana (compresi quelli mottesi). Il nostro Ente ne prenderà atto senza però aver esercitato la possibilità di rappresentare eventuali proprie proposte, in sostanza, non partecipando alla discussione, ha delegato ad altri le decisioni".

"Mi permetto di rammentare ai nostri amministratori che anche la questione discariche è ormai competenza della Città Metropolitana che dovrà predisporre, per effetto della legge che gli assegna le competenze, il piano d’ambito per il ciclo bei rifiuti . Faccio presente che , anche se trattasi di ovvietà per chi è attento veramente alle questioni che interessano il proprio territorio, in quella sede quando  si parla di rifiuti inevitabilmente si pone il problema delle discariche e, credetemi, la Vostra assenza è sconcertante ed irriguardosa verso i cittadini visto il ruolo che vi hanno affidato con fiducia . Non dobbiamo (cittadini, associazioni e consiglio comunale)  arretrare di un millimetro rispetto alle posizioni assunte. Tanto c’è ancora da fare; uniti e con fermezza possiamo evitare di far riaprire la discarica di Comunia".