Sbarchi in Sicilia, cambio di rotta. Da Lampedusa nessun migrante a Reggio

Scelta un'altra meta per il trasferimento

Nessuno trasferimento nella città dello Stretto.

Nella tarda serata di ieri, a seguito dei continui e recenti sbarchi dei migranti a Lampedusa, si era ventilata l'ipotesi di un trasferimento di 120 di loro verso Reggio Calabria.

La notizia, diffusa anche da ansa.it, aveva allarmato gran parte dei cittadini.

Nessuno dei 120 migranti tuttavia, attualmente ospiti dell’hotspot di Lampedusa, arrivato ormai quasi al collasso, farà rotta verso Reggio Calabria.

La conferma ci arriva anche dalla Prefettura di Reggio. Solo inizialmente infatti si era paventata l'ipotesi di un alleggerimento del centro di accoglienza siciliano attraverso uno spostamento di parte dei migranti in Calabria.

E solo in tarda nottata si è deciso invece il trasferimento nella più vicina Pozzallo.

L'emergenza dunque a Lampedusa rimane e la prefettura di Agrigento ha tanto lavoro da gestire insieme al Viminale per decongestionare un centro arrivato ad accogliere 870 migranti e che invece ne può contenere solo 95.

Intanto questa mattina alle ore 12:30 si terrà un incontro in Prefettura a Reggio Calabria. Oggetto della riunione, la valutazione per le misure anti Covid per i migranti insieme ai rappresentanti delle forze dell’ordine, dell'Asp, Usmaf e Comune.

Reggio Calabria, lo ricordiamo, non avrebbe comunque spazi e strutture adeguati per accogliere i migranti.

Un tema molto delicato, quello sull'immigrazione e l'accoglienza sul quale si dibatte da molto tempo e che divide i cittadini tra favorevoli all'accoglienza e rifiuto dell'ospitalità.